CASA: la domanda del futuro richiede tecnologia e servizi

Servizi-e-tecnologia-in-casa

La visione degli italiani sulle soluzioni abitative è cambiata, modificando la domanda.
Nel 2021, oltre il 50% delle famiglie italiane dichiara di essere intenzionata a cambiare casa nel prossimo biennio.
La quasi totalità, punta all’acquisto.

Scenari Immobiliari, in collaborazione con “Abitare Co.”, ha realizzato il Rapporto dal titolo “La nostra casa e la domanda del futuro”, presentato nel corso del 29° Forum Scenari a Santa Margherita Ligure.

L’analisi rileva lo stato attuale e si proietta verso il futuro, concentrandosi sulle nuove domande di casa, sulla nuova normalità e sul valore aggiunto che i servizi, ottenuti con l’implementazione della tecnologia, potranno portare “dalla casa con servizi, ai servizi con la casa”.

Continua la lettura

Crescita della ricerca di abitazioni in affitto (+58%), nel primo semestre 2021

Le ricerche degli affitti nel primo semestre 2021 sono in forte crescita, in questo periodo infatti è stato rilevato un boom di ricerche di immobili in affitto su Casa.it, con quasi il 60% in più rispetto al 2019 ed al 2020.
Casa.it presenta, quindi, la classifica degli immobili in affitto più cercati nel primo semestre del 2021, con luoghi, tipologie, metrature e prezzi.

Dopo una sostanziale stabilità delle ricerche nel primo semestre del 2020, rispetto a quello precedente, nel primo semestre del 2021 le ricerche di immobili in affitto sono state in forte crescita.
Su Casa.it le visualizzazioni degli immobili in affitto sono cresciute del +58%, rispetto al primo semestre del 2019 ed al primo semestre del 2020.

Continua la lettura

EUROSTAT: produzione nell’edilizia in crescita congiunturale dello 0,9% nell’area dell’euro e dello 0,7% nell’UE (tendenziale +13,6% e +11,6%)

EUROSTAT produzione nelle costruzioni maggio 2021

A maggio 2021, rispetto ad aprile 2021, la produzione destagionalizzata nel settore delle costruzioni è aumentata dello 0,9% nell’area dell’euro e dello 0,7% nell’UE, secondo le prime stime di Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione europea.
Ad aprile 2021, la produzione nel settore delle costruzioni era diminuita dello 0,4% nell’area dell’euro e dello 0,1% nell’UE.

A maggio 2021 rispetto a maggio 2020, la produzione nelle costruzioni è aumentata del 13,6% nell’area dell’euro e dell’11,6% nell’UE.

Continua la lettura

ISTAT: nel 2019 il 93% delle abitazioni era detenuto dalle famiglie (81% come abitazioni principali o seconde case e 12% per investimento e locazione)

ISTAT-ATTIVITÀ-NON-FINANZIARIE-PER-SETTORE-ISTITUZIONALE-Anni-2005-2019

L’Istat ha pubblicato il report sulla ricchezza non finanziaria in Italia nel 2019.
La “ricchezza non finanziaria” esprime il valore delle attività patrimoniali, materiali e immateriali, detenute dai settori istituzionali delle società non finanziarie, società finanziarie, amministrazioni pubbliche, famiglie e istituzioni sociali private senza scopo di lucro al servizio delle famiglie.

Appurato che lo stock di attività reali, dei settori istituzionali residenti, abbia un valore di circa 10.377 miliardi di euro (-0,1%, rispetto al 2018), dedichiamo il nostro focus alle “famiglie”.

Continua la lettura

Gli affitti residenziali: il punto sulla situazione attuale

Il mercato immobiliare, come tutti i settori dell’economia, ha attraversato inevitabilmente gli effetti della pandemia da coronavirus.
A subirne le conseguenze è stato soprattutto il segmento degli affitti, in particolare nelle città che negli anni passati hanno visto un crescente interesse degli investimenti da parte di soggetti privati e istituzionali per la messa a reddito e che adesso si trovano con gli immobili sfitti.

Attualmente questo mercato è fermo in quanto da un lato subisce la concorrenza di chi vuole acquistare, attratto dai bassi costi di finanziamento con abbondante offerta di immobili e, dall’altro, è frenato dalla mancanza di una visibilità più ampia su come potrebbe evolvere lo scenario abitativo alla luce dei cambiamenti repentini che sono stati imposti dalla pandemia.

Continua la lettura

CASA: riflessioni, esigenze e necessità di cambiamento dopo il Covid-19

Mercato immobiliare post covid

A distanza di due anni Tecnoborsa è tornata sul tema dell’abitare nelle sei maggiori città italiane, ovvero con oltre 500.000 persone residenti: Roma, Milano, Torino, Genova, Napoli e Palermo.
Mai come in quest’ultimo periodo si sono verificati fenomeni che hanno influito e influiranno sul modo di vivere la propria casa, alla luce dell’emergenza determinata dal Covid-19.

A partire da marzo 2020, prima ci ha costretti tra le mura domestiche condividendo come non mai la quotidianità e gli spazi con familiari, coinquilini e vicini, poi – in molti casi – ha dettato legge sul nostro lavoro, anche qui obbligandoci ad adattare le nostre case a ufficio o a seguire lezioni da remoto senza poter uscire.
Per questo stesso motivo molte delle nostre attività sono state ridotte al minimo, dalla spesa allo sport. Tutti fattori che hanno aumentato la consapevolezza dell’importanza del luogo ove si vive, mettendone in luce pregi e difetti.

Continua la lettura