OMI: compravendute oltre 28.000 nude proprietà in Italia, nel 2023 (+1,7%)

Grafico OMI della distribuzione NTNnp 2023 per aree geografiche, capoluoghi e non capoluoghi

Il Rapporto Immobiliare 2024 sul mercato residenziale, a cura dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate (OMI), rileva che nel 2023 sono state 28.214 (NTNnp) le compravendite di nude proprietà in Italia, con un incremento del +1,7% rispetto al 2022.

I dati evidenziano che questi trasferimenti della proprietà, che non contemplano il diritto reale di godimento del bene, rappresentano una quota esigua del totale delle abitazioni compravendute nel 2023, in termini di numero di transazioni normalizzate (3,9%).

Continua la lettura

BANCA D’ITALIA: l’impatto del Superbonus 110% e Bonus facciate, sull’economia italiana

Immagine di un piccolo stabile con lavori di ristrutturazione e grafici, per l'analisi dell’impatto del Superbonus 110% e Bonus facciate sull’economia italiana

La Banca d’Italia ha pubblicato i risultati dello studio L’impatto economico degli incentivi fiscali alle ristrutturazioni edilizie, nel quale è stato analizzato l’impatto economico di due noti crediti di imposta, il “Superbonus 110%” e il “Bonus facciate”.

L’analisi della Banca d’Italia evidenzia che i due incentivi fiscali hanno avuto un impatto significativo sugli investimenti nel settore, ma con un’efficacia inferiore alle aspettative e un costo elevato per le casse dello Stato.
Riconoscendo, però, come il periodo pandemico in cui sono stati concepiti (soprattutto il “Superbonus 110%) – che richiedeva una necessaria tempestività decisionale – non abbia certo facilitato il processo decisionale.

Continua la lettura

OMI: compravenduti più di 10.000 negozi (+6,5%), circa 3.800 capannoni (+15,7%) e quasi 3.300 uffici (+11,0%), nel primo trimestre 2024

Grafico OMI dell'andamento del mercato immobiliare degli Uffici e dei negozi, nel primo trimestre 2024

Secondo le Statistiche trimestrali sul mercato immobiliare non residenziale, pubblicate dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate (OMI), nel primo trimestre 2024 le relative compravendite continuano a crescere, consolidando il risultato positivo osservato alla fine del 2023.
Con 54.368 scambi, in termini di Ntn, si registra infatti un incremento del +0,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

In sintesi, in questo primo trimestre del 2024 il mercato degli immobili non residenziali mostra segnali positivi, in particolare nei settori produttivo e terziario-commerciale, mentre si sono riscontrate difficoltà per il segmento dei depositi commerciali e i negozi nelle grandi città.

Continua la lettura

Fimaa – Confcommercio: indagine sull’andamento del mercato immobiliare residenziale, nel Q1 2024

Indagine Fimaa-Confcommercio sull’andamento del mercato immobiliare residenziale, nel Q1 2024

Le famiglie italiane riprendono a progettare l’acquisto di una nuova casa e cresce la fiducia in un’ulteriore discesa dei tassi di interesse dei mutui, secondo l’indagine Fimaa-Confcommercio sul mercato immobiliare residenziale.

Il report, realizzato dall’Ufficio studi FIMAA (Federazione italiana mediatori agenti d’affari) tra i propri associati, evidenzia come – nonostante un andamento negativo degli scambi di abitazioni negli ultimi tre trimestri del 2023 – comincino a evidenziarsi segni di progressivo miglioramento.

Continua la lettura

Qualità della vita e dei servizi nelle città: cosa ne pensa chi le abita?

Immagine di molte persone che passeggiano in una strada, con un tablet che rappresenta i risultati dell'indagine Qualità della vita e dei servizi nelle città europee

L’indagine Quality of life in European cities condotta dalla Commissione Europea, con il contributo dell’ISTAT, mira a valutare la qualità della vita percepita in 85 città europee, tra cui 26 città italiane.
Con l’obiettivo di rilevare le opinioni dei cittadini interpellati, per comprendere come migliorare le politiche urbane.

La rilevazione si inserisce nel filone di studi sulla “life satisfaction” e mira a misurare vari aspetti, sia in termini generali che rispetto a specifici aspetti.
Tra questi il lavoro, i servizi pubblici, la sicurezza, l’ambiente, l’amministrazione locale, la capacità inclusiva della città, il sostegno delle reti sociali, la fiducia verso i concittadini e le opportunità offerte dalla città nell’ambito del trovare un buon lavoro o un alloggio.

Continua la lettura