Case di lusso: Milano meglio di Roma

Savills-World-Cities-Prime-Residential-Index-2021

Anche a fronte della crisi sanitaria, che ha colpito profondamente numerosi settori, il mercato delle case di lusso è in crescita.
Lo certifica il “Savills World Cities Prime Residential Index”, sulla base di dati raccolti in 30 città del mondo, tra le quali anche Roma e Milano.

Nel 2021 si prevede che i valori di questi immobili aumentino in media dell’1,6%.
E in alcune aree questo trend è già emerso a partire dalla seconda metà del 2020, quando si è notato un incremento dello 0,8%.

Continua la lettura

CBRE: ritorno alla normalità degli investimenti nel settore immobiliare europeo nel 2° semestre 2022

2021 EMEA REAL ESTATE

Si intravede una ripresa del mercato immobiliare nel corso dei prossimi mesi, dopo questo duro periodo di emergenza sanitaria e, secondo il parere degli esperti, le quotazioni degli investimenti immobiliari torneranno ai livelli pre- Covid entro il 2022.

La storia registrerà il 2020 come un anno di cambiamenti convulsi.
I governi e le popolazioni di tutto il mondo hanno lottato per controllare la diffusione di COVID-19, cercando anche di gestire gli effetti a catena di un’ampia gamma di misure di controllo delle pandemie. Quasi nessun settore di attività economica o sociale è rimasto inalterato.

Continua la lettura

Rapporto 2020: “I fondi immobiliari in Italia e all’estero”

Scenari Immobiliari: Rapporto 2020 I-fondi-immobiliari-in-Italia-e-all'estero

Le gestioni professionali degli immobili attraverso fondi e Reits stanno superando senza cali il 2020.
Nonostante la pandemia e la crisi in tanti Paesi, il patrimonio globale di fondi immobiliari e Reits tocca i 3.200 miliardi di euro.

In Europa questo patrimonio è arrivato a quasi 1.300 miliardi di euro, con un +6,5% sul 2019.
In Italia i fondi attivi sono 518, per un patrimonio immobiliare di quasi 95 miliardi di euro, che significa un incremento del 3,8% rispetto all’anno scorso.

Continua la lettura

Residenziale: indice globale dei prezzi nel mondo in aumento (+1,6%), con segnali contrastanti in alcune città

The Knight Frank Prime Global Cities Index - Q3 2020

Secondo il report “Global Residential Cities Index” dell’advisor internazionale Knight Frank, nel terzo trimestre del 2020 l’indice relativo ai prezzi delle abitazioni nelle 45 città monitorate, è aumentato dell’1,6% nonostante l’emergenza Covid.
Con il 62% delle città (28 su 45) che continuano a vedere i prezzi primari aumentare di anno in anno.

Detto questo, la percentuale di città che registrano ribassi annuali dei prezzi, è in aumento, dal 23% alla fine del 2019 al 38% nel terzo trimestre del 2020.  Segnale evidente e preoccupante della crisi Covid in corso.

Auckland (13%) è in testa all’indice, ma ciò che è degno di nota è la resilienza di un buon numero di città tra cui Manila (10%), Seoul (7%), le città svizzere di Zurigo (7%) e Ginevra (6%), Stoccolma (5%), ma anche città cinesi come Shenzhen (9%) e Shanghai (6%).

Continua la lettura

Mercato immobiliare corporate in Italia

Investimenti-corporate-Roma-Milano

Nel corso del 1° semestre 2020, gli investimenti immobiliari corporate in Italia hanno raggiunto circa 3,4 miliardi di euro (stime Nomisma), evidenziando una contrazione del 34,2% a/a.
Trend dovuto alla minore operatività causata dal lockdown, agli andamenti negativi dell’economia nazionale e alle aspettative recessive per la seconda parte del 2020.

La minore contrazione degli investimenti in Europa (ancorché si tratti di stime preliminari) ha determinato una riduzione della quota destinata al mercato italiano in ambito europeo, che è scesa al 2,3% rispetto al 3,8% del 2019.

Milano continua ad essere il mercato di riferimento con circa la metà degli investimenti corporate realizzati nei primi sei mesi dell’anno per un ammontare di circa 1,7 mld di euro.
Roma invece ha realizzato la peggiore performance degli ultimi anni arrivando a rappresentare l’11% degli investimenti nel semestre, per un controvalore di poco inferiore a 400 milioni di euro, in larga parte investiti in spazi direzionali.

Continua la lettura

S&P: la pandemia non frena l’aumento dei prezzi delle case in Europa (Italia sostanzialmente stabile)

Secondo gli economisti di Standard & Poor’s Global Ratings, le valutazioni nella maggior parte dei mercati europei dovrebbero aumentare ulteriormente nel 2020, per frenare nel 2021.

Nonostante lockdown e restrizioni, e il conseguente calo senza precedenti dell’attività economica, quest’anno probabilmente assisteremo a un ulteriore aumento dei prezzi delle abitazioni nella maggior parte dei mercati europei.

Come spiega Marion Amiot, Senior Economist di S&P Global Ratings, la domanda accumulata per le case, la necessità di spazi domestici, l’affidabilità creditizia delle famiglie e i bassi costi di finanziamento, “hanno contribuito a un rapido recupero delle transazioni e a un mercato immobiliare dinamico nell’ultima parte dell’anno”.

Continua la lettura