ABI: a ottobre 2022, tasso medio del 2,73% sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni (2,26% il mese precedente, 5,72% a fine 2007)

ABI tassi di mutuo a settembre 2022

Nell’ultimo Rapporto mensile dell’ABI (Associazione bancaria italiana), si rileva che a ottobre 2022 il tasso sui prestiti in euro alle famiglie per l’acquisto di abitazioni – che sintetizza l’andamento dei tassi fissi e variabili ed è influenzato anche dalla variazione della composizione fra le erogazioni in base alla tipologia di mutuo – è stato pari a 2,73% (2,26% nel mese precedente, 5,72% a fine 2007).

Sul totale delle nuove erogazioni di mutui, il 37,4% erano mutui a tasso fisso (40,7% il mese precedente).

Continua la lettura

MUTUI: debolezza delle domanda, anche a causa del rallentamento delle surroghe

Andamento mutui

Secondo l’ultima analisi del Barometro CRIF su fonte EURISC, a ottobre 2022 si registra una contrazione delle richieste di mutui immobiliari e surroghe complessivamente pari al -24,5%, rispetto a ottobre 2021.

Va però sottolineato come il dato sia influenzato dall’assottigliarsi delle surroghe, che nel periodo di osservazione sono diminuite del -58,3%, seppur in progressiva ripresa a fronte del recente rialzo dei tassi di riferimento.
Relativamente ai nuovi mutui erogati, la contrazione si limita ad un modesto -1,5%.

Continua la lettura

BCE: nuovo aumento dei tassi di interesse

Trend dei mutui

Il Consiglio direttivo ha deciso oggi di innalzare di 75 punti base i tre tassi di interesse di riferimento della BCE.
Pertanto, i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale, saranno innalzati rispettivamente al 2,00%, al 2,25% e all’1,50%, con effetto dal 2 novembre 2022.

Aumentando sensibilmente i tassi di riferimento per la terza volta consecutiva, ha compiuto progressi considerevoli nell’abbandono dell’orientamento accomodante della politica monetaria.

Continua la lettura

MUTUI: l’aumento dei tassi rilancia le surroghe

Mutui - tassi di interesse e surroghe

Proprio quando sembravano ormai una componente residuale del pianeta mutui, le surroghe hanno rialzato la testa.
Secondo l’ultima rilevazione di MutuiOnline.it, nel terzo trimestre del 2022 le sostituzioni di mutui già in essere hanno riguardato il 19,2% di tutte le richieste presentate alle banche italiane, con un forte balzo in avanti rispetto al 12,1% del secondo trimestre.

Questa performance ha eroso quote alle altre finalità.

Continua la lettura

BCE: stretta sul credito alle famiglie ed imprese, nel terzo trimestre 2022

BCE Prestiti alle famiglie per acquisto di abitazioni

Nel terzo trimestre del 2022 i criteri di offerta sui prestiti hanno registrato un irrigidimento, riconducibile in particolare a una maggiore percezione del rischio e una minore tolleranza verso di esso.
Anche i termini e le condizioni sono stati inaspriti, soprattutto tramite una riduzione dell’ammontare dei prestiti e un incremento degli oneri addizionali e di altre clausole.

I criteri di concessione del credito alle famiglie sono diventati lievemente più stringenti.
I termini e le condizioni sono stati inaspriti, in modo più pronunciato per il credito al consumo, riflettendo l’aumento dei tassi di interesse di mercato.

Continua la lettura

MUTUI: il Rapporto 2022 dell’Agenzia delle Entrate (a Roma il 10,1% del capitale finanziato nel 2021 | 48.665 immobili ipotecati, +36,1% sul 2020)

Rapporto mutui ipotecari 2022 - distribuzione immobili ipotecati e capitale di debito del 2021

Il “Rapporto Mutui Ipotecari 2022” analizza i principali dati di consuntivo del 2021 relativi al flusso di nuovi mutui (non sono quindi comprese le cosiddette surroghe) e riporta, sia nei grafici qui presentati sia nell’appendice statistica, l’evoluzione delle serie storiche delle variabili considerate a partire dall’anno 2004.

Nel corso del 2021 sono stati sottoscritti e registrati complessivamente circa 456.000 atti di iscrizione ipotecaria, per un totale di 101,5 miliardi di capitale di debito finanziato (+29,5% rispetto al 2020), a fronte di 1.017.087 immobili concessi in garanzia (+25,8% rispetto al 2020).

Continua la lettura