ABI: tasso medio (3,99%in diminuzione sulle nuove operazioni per l’acquisto di abitazioni, a gennaio 2024

Immagine relativa alla Smart Building, per l'articolo che evidenzia che il 64,1% degli italiani ha scarse conoscenze, anche se l’80% è preoccupato per l’aumento dei costi relativi alla gestione degli edifici

Come comunicato dall’ABI (Associazione Bancaria Italiana) nel recente rapporto mensile, a gennaio 2024 il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni è diminuito al 3,99%, rispetto al 4,42% di dicembre 2023 e al 4,50% di novembre.

Il tasso rilevato era stato del 3,59% a gennaio 2023 (quando quello di riferimento della BCE era del 2,50%).

Continua la lettura

MUTUI: 19,5% erogato nelle principali città, dove si concentra circa il 16% del totale degli NPL

Grafico CRIF CRIBIS relativo all'andamento degli NPL nelle grandi città italiane

CRIBIS Credit Management, società del Gruppo CRIF, sulla base del patrimonio informativo del sistema di informazioni creditizie EURISC, ha approfondito il tema della correlazione tra mercato immobiliare, mutui residenziali e rischio di credito, sviluppando un’analisi che si focalizza poi sull’andamento dei crediti non-performing.

Analizzando l’incidenza dei mutui performing e non-performing sul territorio nazionale, si osserva che circa il 19,5% dei mutui viene erogato nelle principali città metropolitane d’Italia e, in queste, si concentra circa il 16% dei mutui non-performing (NPL) totali.

Continua la lettura

MUTUI: diminuzione congiunturale del Taeg (4,82%), a dicembre 2023

Grafico rappresentativo dell'andamento dei prestiti bancari ai resinti in Italia, dal 2017 a dicembre 2023

Come comunicato dalla BANCA D’ITALIA, attraverso il report mensile “Banche e moneta: serie nazionali”, a dicembre 2023 i tassi di interesse sui prestiti erogati nel mese alle famiglie per l’acquisto di abitazioni, comprensivi delle spese accessorie (Tasso Annuale Effettivo Globale, Taeg), si sono collocati al 4,82% (4,92%, in novembre).

Continua la lettura

BCE | Mutui: tassi in crescita a novembre 2023, domanda in calo ma prevista in aumento nel Q1 2024

grafico relativo all'andamento dei tassi d'interesse relativi ai mutui dal 2021 al 2023

Come affermato dalla BCE nel primo Bollettino economico del 2024, a novembre 2023 i tassi sui prestiti per l’acquisto di abitazioni nell’area euro sono aumentati ulteriormente (4,01%, rispetto al 3,91% di ottobre).
E, sebbene i tassi sui prestiti per le famiglie abbiano reagito prontamente all’aumento dei tassi di riferimento dall’inizio del ciclo di inasprimento, la risposta ai recenti cali dei tassi di mercato è stata finora relativamente modesta.

Nel quarto trimestre del 2023, inoltre, le banche hanno segnalato un modesto inasprimento netto degli standard di credito.

Continua la lettura

MUTUI: accelerazione delle surroghe, 97% delle preferenze per il tasso fisso e prezzo degli immobili oggetto di garanzia in continua crescita (+2,6% tendenziale), nel Q4 2023

immagine rappresentativa per l'articolo sui MUTUI nel quarto trimestre 2023 con accelerazione delle surroghe, 97% delle preferenze per il tasso fisso e prezzo degli immobili oggetto di garanzia in continua crescita (+2,6% tendenziale)

La decisa contrazione degli indici IRS registrata nell’ultimo trimestre del 2023 (0,80%, per l’IRS a 20 anni) e l’introduzione di nuove offerte dedicate da parte di alcuni principali istituti bancari, riportano grande interesse sulla possibilità di riduzione della propria rata del mutuo da parte di privati e famiglie.
Rilanciando la domanda di mutui di surroga, da sempre importante driver di crescita del mercato dei mutui residenziali.

È quanto emerge dalla “Bussola Mutui” aggiornata al IV trimestre 2023, il bollettino trimestrale firmato CRIF e MutuiSupermarket.it, che offre una panoramica aggiornata e completa delle tendenze in atto nel mercato italiano dei mutui residenziali.

Continua la lettura

Fondo di Garanzia CONSAP: agevolate quasi 110.000 erogazioni di mutui per l’acquisto della prima casa

Immagine relativa all'articolo sul Fondo di Garanzia CONSAP, con oltre 100.000 erogazioni di mutui per l’acquisto della prima casa agevolate

In uno scenario di tassi al rialzo e rallentamento della congiuntura economica, la garanzia dello Stato concessa dal Fondo mutui prima casa Consap, che interviene in caso di richiedenti under 36 o a basso reddito, ha consentito di limitare le difficoltà d’accesso ai mutui che ha caratterizzato l’ultimo anno e mezzo, facendo sentire il suo peso.

Secondo un approfondimento realizzato da Il Sole 24 Ore su dati ISTAT e Notariato, infatti, nel corso del 2022 circa un mutuo su quattro è stato stipulato grazie a questa garanzia.

Continua la lettura