ISTAT: aumento congiunturale (+1,7%) e tendenziale (+0,4%) dei prezzi delle abitazioni, nel secondo trimestre 2021

ISTAT-INDICI-DEI-PREZZI-DELLE-ABITAZIONI-NUOVE-ED-ESISTENTI-(IPAB)--I-trimestre-2010-II-trimestre-2021

Secondo le stime preliminari, nel secondo trimestre 2021, l’indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie, per fini abitativi o per investimento, aumenta dell’1,7% rispetto al trimestre precedente e dello 0,4% nei confronti dello stesso periodo del 2020 (il tendenziale era +1,7% nel primo trimestre 2021).

L’aumento tendenziale dei prezzi delle abitazioni è attribuibile, in particolar modo, a quelli delle abitazioni nuove (+2,0%, in rallentamento, dal +4,0% nel primo trimestre).
Crescono di poco anche i prezzi delle abitazioni esistenti (+0,1%) che rallentano anch’essi (+1,2% nel trimestre precedente).

Continua la lettura

Scenari Immobiliari: crescita dei prezzi del mercato residenziale italiano nel 2022 (Roma +2%), con un andamento attuale in affanno rispetto all’EU

 Scenari-immobiliari

Ha avuto corso il 29esimo Forum Scenari di Santa Margherita Ligure, con la presentazione dell’European Outlook 2022 realizzato da Scenari Immobiliari, con un particolare focus sul mercato immobiliare italiano.

Secondo il Report, anche se in ripresa, rispetto all’andamento del fatturato degli altri grandi Paesi europei, l’Italia è ancora oltre venti punti indietro.
Il gap, come precisa il presidente Mario Breglia, è ancora più ampio se si considera l’andamento dei prezzi medi delle residenze.

L’Italia è l’unico Paese europeo in cui le quotazioni sono ancora 10 punti inferiore rispetto al 2010, contro un +40% della media europea.

Continua la lettura

Grandi città: il centro storico è sempre nei desideri di chi cerca

Italian historical center

In estate le città si svuotano a favore dei luoghi di villeggiatura, ma la ricerca della casa ideale non si ferma.
Secondo l’ultima analisi di “Immobiliare Insights” – business unit di Immobiliare.it specializzata in studi di mercato – gli utenti che vogliono acquistare un immobile nelle metropoli italiane non abbandonano il sogno di vivere nei centri storici, che compaiono sempre nella classifica delle prime cinque zone più cercate.

La ricerca ha coinvolto le città di Roma, Milano, Torino, Firenze, Bologna e Napoli.
Qui la zona del “centro” è sempre fra le più costose, eppure non perde di fascino fra i potenziali acquirenti.

Continua la lettura

BANCA D’ITALIA: sondaggio congiunturale sul mercato delle abitazioni, nel II trimestre 2021

Sondaggio congiunturale sul mercato abitazioni Italia - II trimestre 2021

Secondo l’indagine – condotta da Banca D’Italia con Tecnoborsa ed Osservatorio del Mercato Immobiliare (OMI) dell’Agenzia delle Entrate – presso 1.192 agenti immobiliari dal 21 giugno al 26 luglio 2021, rimane ampiamente prevalente la quota di operatori che segnala la stabilità dei prezzi delle abitazioni, con un rafforzamento dei segnali di pressioni al rialzo.

Coerentemente con tali sviluppi, lo sconto medio rispetto al prezzo iniziale richiesto dal venditore è lievemente diminuito.
I giudizi sulle condizioni della domanda sono migliorati, sostenuti soprattutto da quelli più favorevoli nelle aree non urbane, mentre l’andamento dei nuovi incarichi a vendere è rimasto ovunque negativo.

Continua la lettura

CRIF: incremento tendenziale del +20,6% delle richieste di mutui e surroghe delle famiglie italiane, nel primo semestre 2021 (con surroghe in diminuzione)

CRIF: andamento-mutui-casa

Il progressivo rientro dell’emergenza sanitaria, tassi di interessi e prezzi al metro quadro degli immobili sempre prossimi a minimi storici degli ultimi anni, interventi a sostegno dei giovani e delle famiglie oltre a un clima di crescente fiducia, stimolano una solida e convincente ripresa del mercato dei mutui nella prima parte dell’anno.

Nel secondo trimestre dell’anno la dinamica in atto è sostenuta dalla vivacità dei richiedenti con età inferiore ai 36 anni, che continuano ad aumentare il loro peso anche grazie alle agevolazioni recentemente varate per sostenere il comparto.
È quanto emerge dalla Bussola CRIF-MutuiSupermarket, del secondo Trimestre 2021.

Continua la lettura

ABITAZIONI: recupero dei prezzi a inizio 2020, compensato da un nuovo ribasso nella seconda parte dell’anno

Prezzi-delle-case-in-Italia

Il rinnovato interesse per il mattone, naturale conseguenza di un anno e mezzo di pandemia che ci ha costretto a rivalutare le quattro mura domestiche, non è servito ad invertire il trend di prezzi bassi del mercato immobiliare.
A confermarlo è l’Osservatorio Immobiliare di MutuiOnline.it.

Se andiamo indietro fino al 2010, negli ultimi 10 anni si rileva un calo notevole dei prezzi medi al metro quadro in Italia (-15%).
Attualmente il prezzo medio è 1.934 euro, mentre nel 2011 si attestava a 2.286 euro.

Continua la lettura