L’identikit della casa dei sogni, causa covid-19

 Ricerca casa post-covid
“Ne usciremo cambiati”,
è la frase che più spesso si è sentita pronunciare da un anno a questa parte.
E mentre si aspetta di capire come il mondo post Covid risulterà diverso, si può già tracciare una linea di demarcazione per quelle abitudini e quegli stili di vita con i quali gli italiani hanno dovuto fare i conti.

Il portale Immobiliare.it, ha analizzato oltre 10 milioni di ricerche salvate a gennaio 2020 e gennaio 2021 per capire come la casa dei sogni abbia cambiato forma, adattandosi alle nuove necessità emerse nell’anno più complesso della storia contemporanea.
Si scopre così che, se da una parte si cercano case più grandi rispetto all’anno scorso, indipendenti e con spazi esterni privati, dall’altra la spesa massima che si imposta nelle ricerche è aumentata di appena l’1,3%, ammontando mediamente a 216.500 euro.

Continua la lettura

EUROSTAT: produzione nell’edilizia in calo congiunturale del 3,7% nell’area dell’euro e del 3,3% nell’UE (-2,3% e -2,1% rispetto a dicembre 2019)

A dicembre 2020, rispetto a novembre 2020, la produzione destagionalizzata nel settore delle costruzioni è diminuita del 3,7% nell’area dell’euro e del 3,3% nell’UE, secondo le prime stime di Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione europea.
A novembre 2020, la produzione nel settore delle costruzioni era aumentata del 2,3% nell’area dell’euro e dell’1,8% nell’UE.

A dicembre 2020 rispetto a dicembre 2019, la produzione nel settore delle costruzioni è diminuita del 2,3% nell’area dell’euro e del 2,1% nell’UE.
La produzione media annua nel settore edile per l’anno 2020, rispetto al 2019, è diminuita del 5,7% nell’area dell’euro e del 5,0% nell’UE.

Continua la lettura

ISTAT: i dati sulla produzione nelle costruzioni a dicembre 2020 (-4,6% congiunturale)

ISTAT PRODUZIONE NELLE COSTRUZIONI, INDICE DESTAGIONALIZZATO E MEDIA MOBILE A TRE MESI Gennaio 2015-dicembre 2020

A dicembre 2020 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni diminuisca del 4,6% rispetto a novembre.
Nella media del quarto trimestre 2020 la produzione nelle costruzioni cala del 3,4% rispetto al trimestre precedente.

Su base tendenziale l’indice grezzo della produzione nelle costruzioni aumenta dell’1,8%, mentre l’indice corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi di calendario sono stati 21, contro i 20 di dicembre 2019) registra una flessione dell’1,5%.

Continua la lettura

Importi richiesti per la vendita delle abitazioni nel 2020, in aumento del 2,5% (Roma +1,5%)

Variazioni dei prezzi richiesti nei 20 capoluoghi di regione per la tipologia immobiliare residenziale

Nel 2020, secondo i dati di Immobiliare.it e nonostante leggere flessioni registrate nell’ultimo trimestre, l’anno si è concluso con prezzi in aumento del 2,5% su base annuale.
A dicembre la cifra media richiesta per l’acquisto di un’abitazione a livello nazionale è stata pari a 2.025 euro al metro quadro.

La crescita è guidata dalle regioni del Nord-Ovest e del Nord-Est, dove in un anno i prezzi sono aumentati rispettivamente del 5,2% e del 2,3%.

Continua la lettura

Catasto 2.0: debutta da febbraio il Sistema Integrato del Territorio

sistema-integrato-del-territorio

Con il provvedimento del 26 gennaio 2021, viene implementata da febbraio l’attivazione progressiva del Sistema Integrato del Territorio (SIT), la nuova piattaforma digitale dell’Agenzia delle Entrate nella quale saranno conservati gli atti e gli elaborati catastali.

Si tratta di un’evoluzione dell’attuale sistema cartografico catastale, una sorta di nuovo catalogo nazionale degli immobili in grado di incrociare diverse informazioni georeferenziate rendendole interoperabili e sovrapponibili.

Continua la lettura

ROMA: cresce l’interesse per gli immobili di prestigio

Vista dell città-di-Roma

Mercato immobiliare, cresce il lusso: l’interesse per gli immobili di prestigio, anche nell’anno più difficile dell’ultimo ventennio, continua a crescere.

Rispetto allo scorso anno, le ricerche degli immobili di lusso nella capitale sono cresciute del +25%.
In particolare, quelle nella fascia 1.200.000/1.500.000 Euro sono aumentate del +22%, mentre le ricerche nella fascia da 1.500.000 a oltre i 2.000.000 Euro hanno registrato un +39% di crescita.

Continua la lettura