Investimenti immobiliari: +98% in Italia, nel primo trimestre 2024

Grafico sulla parete di una stanza, dell'andamento degli investimenti immobiliari (+98% in Italia, nel primo trimestre 2024)

Secondo l’analisi del Team Research di Dils, il volume degli investimenti immobiliari in Italia nel primo trimestre del 2024 risulta pari a circa 1,9 miliardi di euro, una performance doppia (+98%) rispetto allo stesso periodo del 2023.
Si conferma pertanto il trend di progressiva stabilizzazione del mercato, avviato nella seconda metà dell’anno precedente.

Il maggiore contributo per il raggiungimento di questo risultato è arrivato dal closing di due importanti operazioni nei mercati di Milano e Roma, che ancora una volta costituiscono i principali catalizzatori di investimenti, attraendo complessivamente oltre due terzi dei capitali investiti in Italia nel trimestre.

Continua la lettura

MUTUI: lieve diminuzione congiunturale del Taeg (4,31%), a febbraio 2024

Grafico dell'andamento dei prestiti alle famiglie italiane, dal 2018 a febbraio 2024

Come comunicato dalla BANCA D’ITALIA, attraverso il report mensile “Banche e moneta: serie nazionali”, a febbraio 2024 i tassi di interesse sui prestiti erogati nel mese alle famiglie per l’acquisto di abitazioni, comprensivi delle spese accessorie (Tasso Annuale Effettivo Globale, Taeg), si sono collocati al 4,31% (4,38%, in gennaio, 4,12% a febbraio 2023).

Continua la lettura

BANCA D’ITALIA: sensibile diminuzione della richiesta di mutui da parte delle famiglie italiane, nel 1° trimestre 2024

Immagine relativa al rilevamento della domanda e offerta di mutui da parte delle famiglie italiane, nel 1° trimestre 2024

Nel primo trimestre del 2024 i criteri di offerta sui prestiti alle famiglie per l’acquisto di abitazioni sono rimasti invariati.
Il leggero aumento nella percezione del rischio da parte delle banche interessate è stato compensato, infatti, dalla maggior pressione concorrenziale, rendendo più favorevoli i termini e le condizioni.

Queste alcune delle principali indicazioni relative alle banche italiane, risultanti dall’indagine sul credito bancario nell’area dell’euro sul 1° trimestre 2024 e sulle prospettive per il 2° trimestre del 2024, condotta dalle banche centrali nazionali dei paesi che hanno adottato la moneta unica, in collaborazione con la Banca centrale europea.

Continua la lettura

Mercato immobiliare: domanda (+6,1%), offerta (+8,7%) e prezzi delle case in vendita (+3,9%) in crescita tendenziale a marzo 2024

Immagine relativa al rilevamento della domanda (+6,1%), offerta (+8,7%) e prezzi delle case in vendita (+3,9%) a marzo 2024

Rispetto al mese di febbraio scorso, la media dei prezzi richiesti per gli immobili residenziali in vendita è cresciuta di quasi due punti percentuali (+1,9%).
Secondo i dati elaborati da Immobiliare.it Insights (la proptech company del gruppo), nell’Osservatorio mensile di marzo 2024 questa media nazionale è arrivata a 2.190 €/m2, con un picco di 2.422 €/m2 al Centro e un minimo di 1.347 €/m2 sulle Isole.

Milano resta saldamente al primo posto ed è l’unica città in cui il prezzo medio supera i 5.000 euro al metro quadro, ma, tra i capoluoghi di provincia, è “incalzata” da Bolzano che in un mese è passata da 4.692 a 4.701 €/m2.
Segue Firenze, dove i prezzi continuano a salire.

Continua la lettura

Locazione: canoni in aumento a febbraio 2024 (+10,1% nell’ultimo anno)

Immagine di alcune persone preoccupate dall'aumento dei canoni di locazione in Italia

Secondo l’analisi effettuata da Immobiliare.it Insights, che ha esaminato l’andamento della domanda e dell’offerta del mercato immobiliare a fine febbraio 2024, i canoni di locazione sono cresciuti ancora (+10,1%) negli ultimi 12 mesi.
Con un aumento del +3,1% nell’ultimo semestre.

A sorpresa, l’aumento più significativo non si è registrato a Milano (che resta comunque la città con gli affitti più cari d’Italia) ma in una città del Centro.

Continua la lettura

Agevolazioni fiscali: la sostituzione dei vetri degli infissi è un intervento detraibile?

Immagine che mostra alcuni punti interrogatici, per l'articolo sulle agevolazioni fiscali per la sostituzione dei vetri degli infissi

Se cambio solo i vetri degli infissi della mia abitazione posso usufruire della detrazione del 50%?
Ci sono condizioni particolari per avere l’agevolazione?

L’articolo 16-bis del Tuir – lettera g) del comma 1 – comprende, tra gli interventi detraibili effettuati sia sulle singole unità immobiliari sia sulle parti comuni, quelli finalizzati al contenimento dell’inquinamento acustico.

Questi lavori (per esempio la sostituzione dei vetri degli infissi), seppur corrispondenti a interventi di manutenzione ordinaria, sono ammessi in detrazione anche se realizzati in assenza di opere edilizie propriamente dette.

Continua la lettura