CRIF: incremento tendenziale del +20,6% delle richieste di mutui e surroghe delle famiglie italiane, nel primo semestre 2021 (con surroghe in diminuzione)

CRIF: andamento-mutui-casa

Il progressivo rientro dell’emergenza sanitaria, tassi di interessi e prezzi al metro quadro degli immobili sempre prossimi a minimi storici degli ultimi anni, interventi a sostegno dei giovani e delle famiglie oltre a un clima di crescente fiducia, stimolano una solida e convincente ripresa del mercato dei mutui nella prima parte dell’anno.

Nel secondo trimestre dell’anno la dinamica in atto è sostenuta dalla vivacità dei richiedenti con età inferiore ai 36 anni, che continuano ad aumentare il loro peso anche grazie alle agevolazioni recentemente varate per sostenere il comparto.
È quanto emerge dalla Bussola CRIF-MutuiSupermarket, del secondo Trimestre 2021.

Continua la lettura

CRIF: mutui e surroghe fanno segnare un +20,6%, nel primo semestre 2021

CRIF-andamento-mutui-giugno-2021

Nel primo semestre del 2021, le richieste di mutui e surroghe da parte delle famiglie italiane hanno fatto segnare un incremento del +20,6% rispetto al corrispondente periodo del 2020, nonostante una leggera contrazione -4,4% registrata nel singolo mese di giugno.

I volumi complessivi risultano più alti non solo rispetto al 2020, quando la prima parte dell’anno era stata fortemente condizionata dal lockdown totale conseguente lo scoppio della pandemia, ma anche rispetto agli anni precedenti, a conferma di una ripartenza solida e convincente.

È questo il quadro che emerge dall’analisi delle richieste di mutui e surroghe registrate in Eurisc, il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF.

Continua la lettura

MUTUI: dinamica positiva nel primo quadrimestre del 2021 (+34,6), mentre prosegue il calo delle surroghe

Mutui-per-acquisto-abitazione

Nella 50a edizione dell’Osservatorio sul Credito al Dettaglio realizzato da Assofin, CRIF e Prometeia.it, si conferma una dinamica decisamente positiva per i mutui immobiliari con finalità d’acquisto, anche nel confronto pre-crisi.
Gli altri mutui proseguono nel trend di contrazione, condizionati dal deciso calo delle surroghe.

In calo la rischiosità del credito alle famiglie nei primi tre mesi del 2021, grazie agli interventi di sostegno al reddito e alle moratorie.
Dopo la ripresa del 2021, le previsioni indicano per il biennio 2022-2023 una crescita dello stock di credito complessivo del 3% all’anno.

Continua la lettura

CRIF: richieste di mutui e surroghe in crescita tendenziale del +39,3% a maggio 2021

Barometro-CRIF-richieste-mutuo-e-prestiti-a-maggio-2021

Il mese di maggio 2021 ha confermato il trend di recupero delle richieste di credito da parte delle famiglie italiane rispetto ai volumi pre Covid, già in atto da qualche mese.
Nello specifico, la componente dei mutui immobiliari fa segnare un +39,3% mentre i prestiti vedono una crescita del +34,2% rispetto al corrispondente mese del 2020.

Il dato è stato evidenziato nell’ultimo Barometro CRIF, relativo alle richieste di mutuo e prestiti.

Continua la lettura

Mutui e surroghe: ad aprile richieste in forte crescita (+85,1%), con prevalenza degli under 35 (29,4% del totale)

CRIF - richieste mutui aprile 2021

Rispetto al corrispondente mese del 2020, che per altro era stato fortemente condizionato dal lockdown totale, nel mese di aprile si registra un robusto incremento delle richieste di mutui e surroghe da parte delle famiglie italiane.
Dato che rafforza l’andamento positivo già rilevato a marzo, dopo che i primi due mesi dell’anno e l’ultimo trimestre del 2020 avevano fatto segnare una costante contrazione.

È questo il quadro che emerge dall’analisi delle richieste registrate sul Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF, che segna un +85,1% rispetto ad aprile 2020.

Continua la lettura

CRIF: in aumento le richieste di mutuo, con incremento dell’importo medio richiesto (+2,6% tendenziale), nel primo trimestre 2021

Bussola mutui primo trimestre 2021

L’emergenza sanitaria continua a impattare fortemente sull’andamento economico nazionale e internazionale, con conseguenze significative anche sul mercato dei tassi e delle offerte di mutuo destinate a privati e famiglie.
Nel mese di marzo, gli spread sui mutui a tasso fisso hanno raggiunto nuovamente valori prossimi ai minimi storici di sempre.

Ad esempio, per un’operazione di mutuo da 140.000 euro con durata 20 anni e valore immobile di 220.000 euro, i migliori spread si mantengono allo 0,8% per i mutui a tasso variabile e dallo 0,3% a poco più dello 0,1% per quelli a tasso fisso.
Sono queste alcune delle evidenze che emergono dalla nuova edizione della Bussola Mutui, il bollettino trimestrale firmato CRIF e MutuiSupermarket.it che offre una panoramica aggiornata e completa delle tendenze in atto nel mercato italiano dei mutui residenziali e immobiliare.

La riduzione degli spread sui mutui a tasso fisso non risulta però pienamente visibile per privati e famiglie, in quanto quasi interamente controbilanciata da un aumento degli indici IRS sullo stesso periodo.

Continua la lettura