CRIF: rilevante crescita delle richieste di mutuo e surroghe (+9,6% tendenziale) e dell’importo medio richiesto (+2,6%), nel I trimestre 2021

CRIF-andamento Mutui marzo 2021

Il primo trimestre del 2021 segna un’inversione di tendenza per le richieste di mutui e surroghe da parte delle famiglie italiane.
È quanto emerge dall’analisi delle richieste registrate sul Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF, che segnala un incremento complessivo del +9,6% rispetto al corrispondente periodo del 2020.

Dopo un inizio d’anno con il freno a mano tirato, in scia con l’andamento negativo dell’ultimo trimestre 2020, la performance positiva del trimestre è totalmente ascrivibile all’impetuosa crescita fatta registrare nel mese di marzo (+55,8%).
Condizionata, però, dal confronto con il corrispondente mese del 2020, che aveva visto la sostanziale paralisi dell’operatività a causa del lockdown totale varato dal Governo per contenere la prima ondata della pandemia di Coronavirus.

Nel I trimestre dell’anno, in termini assoluti, il numero di richieste complessivamente rilevate è il più elevato degli ultimi 9 anni.

Continua la lettura

CRIF: febbraio conferma il trend in discesa (-3%) delle richieste di credito da parte delle famiglie nel 2021

CRIF andamento richieste di mutuo a febbraio 2021

Il mese di febbraio ha seguito l’andamento di gennaio e in continuità con l’ultima parte dello scorso anno che vede una contrazione del numero di richieste di finanziamento da parte delle famiglie italiane.

Nello specifico, la componente dei mutui immobiliari fa segnare un -3%, seppur in lieve risalita rispetto al mese precedente, mentre i prestiti, nel complesso di personali più finalizzati, vedono un calo pari a -8,3% rispetto al corrispondente mese del 2020.

Continua la lettura

CRIF: il 2021 si apre con un netto calo delle richieste di credito da parte delle famiglie

Barometro-CRIF-Andamento dell'importo medio dei Mutui Ipotecari richiesti

Dopo le pesanti flessioni che hanno segnato il 2020, il nuovo anno si è aperto con una contrazione del numero di richieste di finanziamenti da parte delle famiglie italiane.

La componente dei mutui immobiliari fa segnare un -6,6% malgrado la vivacità delle surroghe, mentre i prestiti nel complesso vedono un calo pari a -13,1% rispetto al corrispondente mese del 2020.

Continua la lettura

CRIF: richieste di mutuo in crescita nel IV trimestre del 2020 (+2,8% tendenziale)

 Bussola-mutui-CRIF-flssi-erogati-quarto-trimestre-2020

In un contesto economico colpito dall’emergenza sanitaria, il mercato dei mutui dimostra una buona resilienza (+2,8% la domanda sull’anno, +4,3% le erogazioni relative ai primi 9 mesi e +10,7% rispetto al medesimo periodo del 2019), grazie a tassi di interesse ai minimi storici ed al conseguente boom delle operazioni con finalità surroga.

Dopo quasi 10 anni di riduzioni continuative, il prezzo/mq degli immobili oggetto di garanzia di mutuo aumenta nel 2020 (+2,9% rispetto al 2019), nonostante un mercato immobiliare fortemente impattato dalla pandemia (-14% compravendite residenziali, sui primi 9 mesi).

Continua la lettura

MUTUI: aumento delle richieste (+2,8%) nel 2020, grazie all’incremento delle surroghe

Il mercato dei mutui immobiliari non teme la pandemia e registra, nell’anno appena concluso, una crescita delle richieste del +2,8%.

Un fenomeno spinto da un vero e proprio boom delle surroghe, favorito da tassi di interesse estremamente appetibili che hanno stimolato le famiglie in cerca di soluzioni più sostenibili a rinegoziare anche contratti di recente stipula.

Queste alcune delle evidenze più significative che emergono dall’analisi sul patrimonio informativo di EURISC, il Sistema di Informazioni Creditizie gestito da CRIF.

Continua la lettura

CRIF: nei primi 9 mesi del 2020 crescono le erogazioni di mutui immobiliari (+12.7%), trainate dal boom delle surroghe

CRIF-andamento-Mutui-primi-9-mesi-2020

Secondo la 49sima edizione dell’Osservatorio sul Credito al Dettaglio realizzato da Assofin, CRIF e Prometeia, nei primi nove mesi del 2020 la pandemia di COVID-19 ha provocato un brusco arresto del credito al consumo: le erogazioni si sono ridotte di circa un quarto (-24,8%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Nel terzo trimestre 2020 si registra, tuttavia, un parziale recupero, in linea con il graduale miglioramento degli indicatori macroeconomici durante i mesi estivi e con l’allentamento delle misure a contenimento della pandemia in atto.

Nei primi nove mesi dell’anno crescono invece le erogazioni complessive di mutui immobiliari, trainate dal boom delle surroghe.

Continua la lettura