Superbonus 110%: ad agosto 2021, il totale nazionale degli investimenti ammessi a detrazione è di 5,68 miliardi di euro.

ENEA dati agosto 2021 Superbonus-110

L’ENEA – Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile – ha pubblicato, e lo farà con cadenza mensile, il dato nazionale e quello regionale dell’utilizzo del superbonus per il risparmio energetico.

I dati resi noti sono il numero delle asseverazioni caricate sul sito dedicato, il valore assoluto degli investimenti ammessi alla detrazione ed i valori assoluti e percentuali dei lavori già completati.
Inoltre sono stati specificati i dati per i lavori relativi a condomini, edifici unifamiliari e unità immobiliari indipendenti.

Continua la lettura

ENEA: non cresce nel 2020 la qualità energetica degli immobili

ENEA-Dati-efficientamento-energetico-immobili-in-Italia

Ancora lontani gli obiettivi Ue di efficienza energetica negli edifici, con dati stabili relativi all’efficientamento energetico degli immobili in Italia.

Dall’analisi sul monitoraggio delle dinamiche del mercato immobiliare in funzione delle caratteristiche energetiche degli edifici – presentata oggi a Roma e frutto della collaborazione tra l’ENEA, l’Istituto per la Competitività (I-Com) e la Federazione Italiana degli Agenti Immobiliari Professionisti (FIAIP) – emerge la tenuta del quadro generale del mercato.

Un risultato forse determinato, negli ultimi mesi del 2020, dall’introduzione del nuovo regime di incentivi fiscali per gli interventi di efficienza energetica e antisismici degli edifici e dal Superbonus del 110%.

Continua la lettura

Superbonus 110%: alcuni chiarimenti da parte dell’ENEA

Superbonus FAQ ENEA

L’ENEA ha redatto e pubblicato – in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico ed in condivisione con l’Agenzia Delle Entrate – le risposte alle domande più frequenti (FAQ) in merito al Superbonus 110%.
Queste le domande e le risposte fornite:

1) Le spese sostenute a partire dal 1° luglio 2020, per gli interventi che iniziati prima di tale data, a quali condizioni sono ammissibili alle detrazioni del 110%? Quali documenti bisogna produrre in questi casi?

2) È possibile realizzare più interventi trainanti contemporaneamente?

Continua la lettura

ENEA: aumentano gli immobili ad elevate prestazioni energetiche

ENEA Rapporto annuale 2020 sulla Certificazione Energetica degli edifici

Aumentano gli edifici ad elevate prestazioni energetiche, che passano da circa il 7% al 10% del totale nel periodo 2016-2019, grazie al contributo di ristrutturazioni importanti e di nuove costruzioni.

È quanto emerge dal Rapporto annuale sulla Certificazione Energetica degli Edifici, risultato della collaborazione tra ENEA e CTI (Comitato Termotecnico Italiano), presentato oggi.
Il rapporto è basato su oltre 4,5 milioni di attestati di prestazione energetica (APE) del periodo 2016-2019, di cui l’85% riguardanti immobili residenziali.

Dal rapporto emerge anche come oltre il 60% del parco immobiliare italiano sia nelle classi energetiche meno efficienti (F-G), anche perché costruito principalmente tra il 1945 e il 1972.
Le nuove costruzioni rappresentano solo il 3,4% degli APE e di questi più del 90% sono ad elevate prestazioni energetiche.

Continua la lettura

ENEA: maggiore rilevanza dell’efficientamento energetico nelle transazioni immobiliari


Dall’analisi sul monitoraggio delle dinamiche del mercato immobiliare in funzione delle caratteristiche energetiche degli edifici, presentata oggi da Enea in collaborazione con l’Istituto per la Competitività (I-Com) e Fiaip, è emerso un miglioramento della qualità energetica degli immobili acquistati nel 2019.

Per il segmento delle nuove abitazioni – secondo l’opinione degli oltre 800 agenti immobiliari consultati – sono emersi segnali incoraggianti per il segmento delle nuove abitazioni e, fattore ancora più importante, per quello del ristrutturato: nel primo caso quasi l’80% delle transazioni immobiliari ha riguardato abitazioni, nelle classi energetiche A o B, mentre, nel secondo la percentuale degli immobili più efficienti è arrivata al 36% nel 2019, rispetto al 22% del 2018.

Il mercato resta, però, ancora vincolato alle categorie energetiche meno performanti: il 70% degli scambi ha coinvolto, infatti, immobili non ancora efficientati o da ristrutturare.

Continua la lettura