ISTAT: diminuzione congiunturale (-1,9%) ma crescita tendenziale (+5,4%) della produzione nelle costruzioni, a luglio 2021

ISTAT PRODUZIONE NELLE COSTRUZIONI Gennaio 2016 – luglio 2021

A luglio 2021 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni, diminuisca dell’1,9% rispetto a giugno.
Nella media del trimestre maggio–luglio 2021, la produzione nelle costruzioni registra una flessione dello 0,5%, rispetto al trimestre precedente.

Su base tendenziale l’indice grezzo della produzione nelle costruzioni aumenta del 5,4%, mentre l’indice corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi di calendario sono stati 22 contro i 23 di luglio 2020) registra una crescita del 9,1%.

Continua la lettura

MUTUI: le opportunità per realizzare il desiderio di acquistare casa.

In Italia ci sono 3,3 milioni di famiglie intenzionate ad acquistare casa nei prossimi dodici mesi, nonostante tutto quello che è accaduto nel corso dell’ultimo anno e mezzo. O forse proprio per questo.
E sarebbe il caso di concretizzare i piani, dato che difficilmente in futuro si ritroveranno condizioni convenienti come quelle attuali.

A parte ogni altra considerazione si torna sempre lì, al prezzo, che in effetti resta l’elemento fondamentale.
A questo proposito, l’Italia è tra i pochi mercati lontani dai massimi storici. Anzi, rispetto a dieci anni fa i prezzi al metro quadro sono ancora sotto del 12-15%.

Continua la lettura

Credito alle famiglie: il 42,7% degli italiani risulta avere un mutuo o un prestito attivo (+3,6%) con rata mensile in calo (320 euro), nel I semestre 2021

Prestiti alle famiglie italiane

In un contesto di progressivo recupero delle richieste di mutui e prestiti da parte delle famiglie dopo lo stallo causato dalla pandemia, Mister Credit – l’area di CRIF che si occupa dello sviluppo di soluzioni e strumenti educational per i consumatori – ha presentato l’aggiornamento relativo al I semestre 2021 della Mappa del Credito, lo studio sull’utilizzo del credito rateale da parte degli italiani.

Dall’analisi dei dati disponibili in EURISC, il sistema di informazioni creditizie gestito da CRIF, emerge che il 42,7% della popolazione maggiorenne risulta avere almeno un contratto di credito rateale attivo, facendo segnare una crescita del +3,6% rispetto ad un anno fa.
D’altro canto, nella prima parte dell’anno si è assistito ad una ripresa dei consumi che ha dato impulso alla crescente richiesta ed erogazione in particolare di prestiti finalizzati.

Continua la lettura

ROMA: il focus sui prezzi delle abitazioni rilevato dall’ISTAT (congiunturale +0,3%, tendenziale -0,5%), del secondo trimestre 2021

ROMA

All’interno delle statistiche relative alle stime preliminari nel secondo trimestre 2021, dell’indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie per fini abitativi o per investimento – elaborate dall’ISTAT – si evidenziano alcuni dati relativi alla città di Roma.

A Roma si rileva un’inversione di tendenza dei prezzi che registrano un calo su base annua dello 0,5% (da +1,7% del trimestre precedente), attribuibile esclusivamente ai prezzi delle abitazioni esistenti che diminuiscono dello 0,8% (da +1,3% del primo trimestre), mentre i prezzi delle abitazioni nuove continuano a crescere anche se in misura minore rispetto al primo trimestre (da +4,7%, a +2,6%).
Su base congiunturale si rileva una crescita per entrambe le componenti del +0,5% per le abitazioni nuove e del +0,3% per le abitazioni esistenti.

Continua la lettura

ISTAT: aumento congiunturale (+1,7%) e tendenziale (+0,4%) dei prezzi delle abitazioni, nel secondo trimestre 2021

ISTAT-INDICI-DEI-PREZZI-DELLE-ABITAZIONI-NUOVE-ED-ESISTENTI-(IPAB)--I-trimestre-2010-II-trimestre-2021

Secondo le stime preliminari, nel secondo trimestre 2021, l’indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie, per fini abitativi o per investimento, aumenta dell’1,7% rispetto al trimestre precedente e dello 0,4% nei confronti dello stesso periodo del 2020 (il tendenziale era +1,7% nel primo trimestre 2021).

L’aumento tendenziale dei prezzi delle abitazioni è attribuibile, in particolar modo, a quelli delle abitazioni nuove (+2,0%, in rallentamento, dal +4,0% nel primo trimestre).
Crescono di poco anche i prezzi delle abitazioni esistenti (+0,1%) che rallentano anch’essi (+1,2% nel trimestre precedente).

Continua la lettura

Scenari Immobiliari: crescita dei prezzi del mercato residenziale italiano nel 2022 (Roma +2%), con un andamento attuale in affanno rispetto all’EU

 Scenari-immobiliari

Ha avuto corso il 29esimo Forum Scenari di Santa Margherita Ligure, con la presentazione dell’European Outlook 2022 realizzato da Scenari Immobiliari, con un particolare focus sul mercato immobiliare italiano.

Secondo il Report, anche se in ripresa, rispetto all’andamento del fatturato degli altri grandi Paesi europei, l’Italia è ancora oltre venti punti indietro.
Il gap, come precisa il presidente Mario Breglia, è ancora più ampio se si considera l’andamento dei prezzi medi delle residenze.

L’Italia è l’unico Paese europeo in cui le quotazioni sono ancora 10 punti inferiore rispetto al 2010, contro un +40% della media europea.

Continua la lettura