OMI – Roma: Rapporto Immobiliare 2020 del mercato non residenziale


Nel Rapporto Immobiliare 2020 del mercato non residenziale, dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate (OMI), è stato analizzato il mercato immobiliare degli uffici, negozi e del settore produttivo, in termini di volumi di compravendite realizzate nel 2019, di intensità di mercato e livello delle quotazioni immobiliari medie delle maggiori città italiane.
Elenchiamo, di seguito, gli specifici dati relativi alla città di Roma e la sintesi relativa alle 12 città analizzate:

UFFICI: si sono rilevati NTN (Numero di Transazioni Normalizzate), IMI (Indicatore dell’intensità del mercato), quotazione media, variazione percentuale rispetto al 2018, Indice territoriale (divario di quotazione rispetto al valore della quotazione media nazionale dei capoluoghi, pari a 1.831 €/m2) e IMI (Intensità del Mercato Immobiliare) ovvero la quota percentuale dello stock di unità immobiliari oggetto di compravendita:

NTN 2019 Var. NTN 2018/2019 IMI 2019 Diff IMI 2018/19 Quotazione media Uffici 2019 (€/m2) Var. % quotazione 2018/2019
537 16,4% 1,78% 0,28 3.016 -4,3%
Indice territoriale
IMI
164,7 1,78%

Continua la lettura

OMI: Rapporto Immobiliare 2020 del mercato non residenziale


Nel Rapporto dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate (OMI), si rileva come anche nel 2019 i settori del mercato non residenziale risultino complessivamente in espansione, confermando una dinamica in atto positiva dal 2014.
Il settore non residenziale, in particolare i settori terziario-commerciale, produttivo e agricolo, rappresentano, in termini di volumi di scambio, circa il 10% del mercato complessivo (quasi il 15% in termini di stock).

Nel 2019 il valore di scambio stimato per i tre settori ammonta complessivamente a 15,9 miliardi di Euro, circa 300 milioni di Euro più del 2018 (+1,9%); il dato deriva dall’effetto combinato dell’espansione del settore Negozi (+7,4%) e dei tassi negativi registrati per gli uffici (-2,8%) e per il settore produttivo (-1%).

La superficie totale compravenduta (stimata) ammonta a oltre 1,6 milioni di m2 per il settore degli uffici (superficie media di circa 155 m2), a circa 3,9 milioni di m2 per il settore dei negozi (superficie media 125 m2 circa) e a oltre 13 milioni di m2 per il settore produttivo (superficie media 1.078 m2).

Continua la lettura

Borsa Immobiliare di Roma: i valori correnti di mercato della Città metropolitana di Roma Capitale


Il Listino Ufficiale della Borsa Immobiliare di Roma, oltre a riportare semestralmente le quotazioni immobiliari dell’Area Metropolitana di Roma Capitale, presenta un apposito capitolo dedicato all’Osservatorio Immobiliare della BIR in cui analizza i principali dati relativi al mercato di riferimento.

In particolare, l’Osservatorio ha al suo interno una sezione specifica in cui vengono analizzate le principali informazioni – fornite dagli Agenti Accreditati BIR – sugli immobili transati dagli stessi e, in occasione di questo Listino, è stato svolto un ulteriore Focus sull’andamento della sola città di Roma intesa come Centro storico e Quartieri.

I PRINCIPALI RISULTATI:
Immobili collocati: per quanto riguarda gli immobili collocati nel corso di tutto il 2019, il 33,1% risulta concesso in locazione, il 66% è stato venduto.
Non si registrano, cambiamenti significativi rispetto a quanto rilevato nel 2018.

Continua la lettura

NOTARIATO: l’impatto dell’emergenza COVID-19 su mercato immobiliare e mutui


L’andamento del mercato immobiliare e dei mutui in Italia nel mese di marzo 2020 su marzo 2019, durante la “fase 1” dell’emergenza Covid-19, è stato reso noto dal Consiglio Nazionale del Notariato sulla base delle rilevazioni effettuate attraverso i Dati statistici Notarili (DSN).

In particolare, il Notariato ha presentato una prima ricognizione effettuata in 10 grandi città italiane (Roma, Milano, Napoli, Bari, Bologna, Torino, Palermo, Cagliari, Verona, Firenze) in merito a 6 tipologie di atti: mutui, surroghe, compravendite di fabbricati abitativi e strumentali, compravendite di terreni agricoli ed edificabili.

Dal campione emerge un crollo generalizzato del mercato immobiliare nel mese di marzo.

A Roma le compravendite di beni immobili (fabbricati abitativi) sono diminuite del 42,9%, mentre quelle che riguardano i beni immobili strumentali del 50,9%.
Sul fronte dei terreni si è registrato -50,5% per quanto riguarda il settore agricolo e -67,9% per i terreni edificabili.
I mutui ipotecari sono diminuiti del 35,1% e le surroghe sono aumentate del 14%.

Continua la lettura

OMI – Roma: Rapporto Immobiliare residenziale 2020


Nel “Rapporto Immobiliare residenziale” dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate (OMI), sono stati analizzati composizione e dinamica del mercato delle abitazioni in Italia nel 2019, con il dettaglio dei volumi di compravendita delle abitazioni e delle pertinenze, delle superfici compravendute e valori di scambio (fatturato) e delle compravendite assistite da mutui ipotecari.
Elenchiamo di seguito gli specifici dati relativi alla città di Roma:

Numero di abitazioni compravendute, con riferimento alla tipologia dimensionale:

fino a mq 50 da mq 50 a 85 da mq 85 a 115 da mq 115 a 145 oltre mq 145 TOT
3.110 13.448 9.204 3.912 3.084 32.759
Variazione percentuale 2018/2019
+6,9% +3,8% +0,5% -3,3% +1,2% +2,0%

Continua la lettura

OMI: Rapporto Immobiliare residenziale 2020


Il “Rapporto Immobiliare residenziale” è il volume che l’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate (OMI), in collaborazione con l’Associazione Bancaria Italiana, dedica al mercato immobiliare residenziale al fine di approfondirne il consuntivo dell’anno trascorso.

Nel Rapporto, quindi, si analizzano composizione e dinamica del mercato delle abitazioni in Italia: volumi di compravendita delle abitazioni e delle pertinenze, superfici compravendute e valori di scambio (fatturato), compravendite assistite da mutui ipotecari.
Si analizzano, inoltre, le locazioni degli immobili residenziali.

La pubblicazione di questo Rapporto e i suoi contenuti riguardano un anno, il 2019, che segnerà sul mercato residenziale un passaggio di fase, dopo circa 6 anni di ripresa.
Con il 2020 l’economia e la società, a livello internazionale, stanno infatti subendo la cesura indotta dalla pandemia del Covid-19.

Continua la lettura