BANCA D’ITALIA | Lazio: prezzi delle abitazioni cresciuti del 4,5%, peso attività reali delle famiglie superiore alla media nazionale ed erogazione mutui in forte aumento

Banca D’Italia | Economie regionali – L’economia del Lazio – Rapporto annuale 2022

Nel 2021, secondo l’indicatore trimestrale dell’economia regionale (ITER) della Banca d’Italia, l’attività economica del Lazio è cresciuta del 6,3%, poco meno del dato nazionale (6,6%).

Dopo il forte rimbalzo registrato nel secondo trimestre, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente che era stato caratterizzato dal lockdown, il recupero dell’attività è proseguito a ritmi più contenuti.
Nel complesso i livelli di attività rimangono ancora di 3 punti percentuali inferiori a quelli precedenti la pandemia.

Continua la lettura

BANCA D’ITALIA: la dinamica dell’inflazione e gli sviluppi del conflitto influenzano i progetti delle famiglie

BANCA D'ITALIA - Relazione annuale 2022

Nella Relazione annuale della Banca d’Italia sull’economia internazionale, europea e italiana, si rileva come in base alle indagini dell’Istat la fiducia – che era molto migliorata tra la primavera e l’estate del 2021 – sia diminuita lo scorso autunno con il nuovo peggioramento della situazione pandemica.
Ed è scesa in modo ancora più marcato dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia.

Le risposte delle famiglie indicano un deterioramento delle attese sulla situazione economica, sia personale sia generale, e un forte aumento dell’incertezza.
Le intenzioni di acquisto di beni durevoli si sono drasticamente ridotte e la quota dei consumatori che ritengono opportuno risparmiare è rimasta elevata, segnalando un persistente atteggiamento di cautela.

Continua la lettura

Segnali di crescita dei prezzi delle abitazioni nel I trimestre 2022, secondo gli operatori del settore

TECNOBORSA-Sondaggio-congiunturale-mercato-abitazioni-I-trimestre-2022

Secondo l’indagine condotta da Banca d’Italia, Tecnoborsa e Agenzia delle Entrate presso presso 1.574 agenti immobiliari, dal 5 aprile al 4 maggio 2022, nel I trimestre dell’anno in corso si sono ulteriormente rafforzati i segnali di rialzo dei prezzi delle abitazioni.

La quota di operatori che hanno venduto almeno un immobile è ancora aumentata, raggiungendo un nuovo massimo dall’inizio della rilevazione nel 2009.
I nuovi incarichi a vendere si confermano in diminuzione e sia i tempi di vendita che lo sconto medio richiesto sui prezzi sono scesi sui livelli minimi, dall’avvio dell’indagine.

Continua la lettura

BANCA D’ITALIA: mutui oltre il 2%, un livello che non si era più registrato dalla metà del 2019

CRIF: andamento-mutui-casa

Il rialzo dei tassi inizia a riflettersi sul credito bancario.
Nel mese di marzo, scrive la Banca d’Italia nel supplemento statistico “Banche e moneta”, i tassi sui mutui casa si sono “riaffacciati” sopra il tetto del 2%, un livello che non avevano più registrato dalla metà del 2019.

La Banca d’Italia calcola il tasso “TAEG” dei nuovi finanziamenti, comprensivo, cioè, delle spese accessorie.
I tassi d’interesse armonizzati, relativi ai prestiti per l’acquisto di abitazioni, è stato infatti del 2,0113% a marzo 2022, dall’1,8455% di febbraio.


Fonte: bancaditalia.it | affaritaliani.it – maggio 2022

BANCA D’ITALIA | Rapporto sulla stabilità finanziaria: focus sul mercato immobiliare

Banca d'Italia settore immobiliare Rapporto stabilità finanziaria n.1 del 2022

Banca d’Italia ha pubblicato il rapporto sulla stabilità finanziaria n.1 del 2022, secondo il quale nel 2021 il reddito disponibile delle famiglie è cresciuto e il clima di fiducia è migliorato, ma la guerra e l’aumento dell’inflazione condizionano negativamente le prospettive.

Con lo scoppio del conflitto in Ucraina sono aumentati a livello globale, infatti, l’incertezza sulle prospettive economiche ed i rischi per la stabilità finanziaria.

Prosegue la graduale ripresa del mercato immobiliare residenziale.
L’incremento dei prezzi è più contenuto di quanto osservato in altri paesi europei e i rischi per la stabilità finanziaria, provenienti da questo settore, restano limitati.

Continua la lettura

Sondaggio congiunturale sul mercato delle abitazioni, nel IV trimestre 2021

BANCA D’ITALIA sondaggio congiunturale sul mercato delle abitazioni VI trimestre 2021

Nell’indagine condotta da Banca d’Italia, Tecnoborsa e Agenzia delle Entrate presso 1.560 agenti immobiliari, dal 10 gennaio al 9 febbraio 2022, si sono ulteriormente rafforzati i segnali di pressioni al rialzo sui prezzi delle abitazioni, sia nel IV trimestre del 2021 sia nelle attese per il trimestre in corso.

La quota di agenzie che ha venduto almeno un immobile nel IV trimestre dello scorso anno è tornata a crescere, raggiungendo il suo massimo dall’inizio della rilevazione nel 2009.
I giudizi sulle condizioni della domanda sono migliorati, mentre si è accentuata la flessione dei nuovi incarichi a vendere.

Continua la lettura