CASA: segnali di stabilità dei prezzi anche nel 3° trimestre 2022, ma domanda e valori previsti in diminuzione

BANCA-D'ITALIA-Sondaggio-congiunturale-abitazioni-Prezzi-e-tempi-3-trimestre-2022

Secondo l’indagine condotta congiuntamente dalla BANCA D’ITALIA, da Tecnoborsa e dall’Agenzia delle Entrate, presso 1.463 agenti immobiliari, dal 21 settembre al 21 ottobre 2022, nel III trimestre continuano a prevalere segnali di stabilità dei prezzi delle abitazioni.
Ma il saldo, tra giudizi di rialzo e di ribasso delle quotazioni, risulta in diminuzione rispetto alla precedente indagine.

I tempi di vendita si sono appena allungati, mantenendosi prossimi ai minimi storici, e lo sconto medio sul prezzo richiesto è lievemente aumentato.

Gli operatori segnalano un peggioramento delle condizioni della domanda ed i giudizi di riduzione dei potenziali acquirenti prevalgono sulle valutazioni di aumento.
I canoni di affitto, correnti e attesi, sono segnalati in rialzo.

Continua la lettura

BANCA D’ITALIA | L’economia della Regione Lazio: mercato immobiliare e mutui in crescita

BANCA-D'ITALIA-Economia-del-Lazio-2022

Sulla base dell’Indicatore trimestrale dell’economia regionale (ITER) della Banca d’Italia, nel primo semestre del 2022 l’attività economica del Lazio è cresciuta del 5,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (5,7% in Italia).
È stato così superato di circa un punto percentuale il livello precedente la pandemia.

I mutui alle famiglie hanno continuato ad aumentare a ritmi sostenuti, accompagnandosi al buon andamento delle compravendite immobiliari.
Il tasso fisso è cresciuto, superando il tasso variabile dopo un biennio di sostanziale parità, mentre la quota di nuovi mutui a tasso variabile è aumentata rispetto a quanto osservato lo scorso anno.

Continua la lettura

BANCA DITALIA: la ricchezza delle famiglie e il mercato delle abitazioni

Investimenti-delle-famiglie-italiane-nello-immobiliare

Secondo il rapporto recentemente pubblicato sull’economia delle regioni italiane – Dinamiche recenti e aspetti strutturali – nel 2021 l’economia italiana ha recuperato buona parte dell’eccezionale contrazione dell’anno precedente.
Beneficiando del miglioramento del quadro sanitario e dell’allentamento delle restrizioni a seguito dei progressi nelle campagne vaccinali, con una ripresa leggermente più marcata al Centro Nord.

Nel 2020 la ricchezza reale rappresentava una quota consistente della ricchezza totale lorda delle famiglie, compresa tra il 49,4% nel Nord Ovest e il 62,0% nel Mezzogiorno.
Il valore corrente delle attività reali, prevalentemente costituite da abitazioni, era inferiore del 4,7% a quello del 2008.

Continua la lettura

BCE: stretta sul credito alle famiglie ed imprese, nel terzo trimestre 2022

BCE Prestiti alle famiglie per acquisto di abitazioni

Nel terzo trimestre del 2022 i criteri di offerta sui prestiti hanno registrato un irrigidimento, riconducibile in particolare a una maggiore percezione del rischio e una minore tolleranza verso di esso.
Anche i termini e le condizioni sono stati inaspriti, soprattutto tramite una riduzione dell’ammontare dei prestiti e un incremento degli oneri addizionali e di altre clausole.

I criteri di concessione del credito alle famiglie sono diventati lievemente più stringenti.
I termini e le condizioni sono stati inaspriti, in modo più pronunciato per il credito al consumo, riflettendo l’aumento dei tassi di interesse di mercato.

Continua la lettura

BANCA D’ITALIA: segnali di stabilità dei prezzi delle abitazioni nel 2° trimestre 2022, ma domanda e valori previsti in diminuzione

BANCA-DITALIA-sondaggio-congiunturale-abitazioni-II-trimestre-2022

Secondo l’indagine condotta presso 1.465 agenti immobiliari, dal 23 giugno al 20 luglio 2022, nel II trimestre prevalgono segnali di stabilità dei prezzi delle abitazioni, con un saldo tra giudizi di rialzo e di ribasso di poco in aumento rispetto alla precedente rilevazione.

Le quotazioni per il trimestre corrente sono ora attese in calo, dopo tre trimestri in cui si erano collocate in territorio positivo.

Nonostante i tempi di vendita e lo sconto medio sul prezzo richiesto si collochino ai loro minimi storici, gli agenti segnalano un peggioramento delle condizioni della domanda.
La quota di operatori che hanno venduto almeno un immobile è scesa, pur mantenendosi su livelli elevati, e il saldo negativo fra i giudizi di aumento e riduzione del numero dei potenziali acquirenti si è ampliato.

Continua la lettura

BANCA D’ITALIA | Lazio: prezzi delle abitazioni cresciuti del 4,5%, peso attività reali delle famiglie superiore alla media nazionale ed erogazione mutui in forte aumento

Banca D’Italia | Economie regionali – L’economia del Lazio – Rapporto annuale 2022

Nel 2021, secondo l’indicatore trimestrale dell’economia regionale (ITER) della Banca d’Italia, l’attività economica del Lazio è cresciuta del 6,3%, poco meno del dato nazionale (6,6%).

Dopo il forte rimbalzo registrato nel secondo trimestre, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente che era stato caratterizzato dal lockdown, il recupero dell’attività è proseguito a ritmi più contenuti.
Nel complesso i livelli di attività rimangono ancora di 3 punti percentuali inferiori a quelli precedenti la pandemia.

Continua la lettura