Superbonus: importanti benefici dall’impatto sociale e ambientale, anche in termini di ritorni economici

Superbonus-110

Secondo il “primo Bilancio sociale e ambientale del Superbonus 110%”, promosso da Nomisma e Ance Emilia e presentato a Bologna il 13 luglio scorso in occasione del convegno “…C’è transizione senza superbonus?”, la misura fiscale può vantare una serie di benefici che lo rendono uno strumento imprescindibile per trainare il Paese verso una sana e completa transizione ecologica.

Con le sue agevolazioni, le detrazioni ed i rimborsi alle ristrutturazioni edilizie, i 38,7 miliardi di euro, fino ad ora investiti dallo Stato, hanno generato un valore economico di 124,8 miliardi di euro (pari al 7,5% del Prodotto interno lordo del Paese).

Per ogni beneficiario, Nomisma prevede che l’investimento statale consentirà di generare un risparmio annuo medio in bolletta di ben 500 euro.
Per quanto riguarda – invece – l’impatto ambientale, l’investimento effettuato pare abbia e possa ancora contribuire fattivamente sulla politica di transizione ecologica.

Continua la lettura

Superbonus 110%: circa 199.000 asseverazioni ed un totale maggiore di 35 miliardi di euro degli investimenti ammessi a detrazione.
Focus sulla Regione Lazio

Superbonus-110

Le asseverazioni per usufruire dell’agevolazione Superbonus 110%, al 30 giugno 2022, hanno raggiunto quota 199.124 per un valore totale di investimenti ammessi a detrazione di circa 35.2 miliardi di euro ed un onere a carico dello Stato di circa 27.4 miliardi relativo alle detrazioni maturate per i lavori conclusi.

È quanto emerge dalle tabelle mensili pubblicate da ENEA, che segnala la realizzazione del 70,8% dei lavori, per un valore di circa 24.9 miliardi.

Il 15,1% delle domande è stato presentato da condomini (30.167) per un valore di 17,3 miliardi (realizzati per un importo di 11.4 miliardi), mentre il 53,8% delle domande ha riguardato edifici unifamiliari (107.143), per un totale di investimenti di quasi 12 miliardi (realizzati per un importo di circa 8.9 miliardi).
Il 31,0% delle asseverazioni ha riguardato unità indipendenti, per un valore di circa 5,9 miliardi (realizzati per un importo di circa 4.6 miliardi).

Continua la lettura

Classe energetica: sempre più importante nella ricerca di una casa (+22%, nei primi 5 mesi del 2022)

Importanza della Classe energetica nella ricerca di una casa

Le persone stanno ponendo sempre maggiore interesse verso la classe energetica degli immobili, aspetto che sta diventando sempre più rilevante, soprattutto in questo momento di forte aumento dei costi dell’energia.

La classe energetica degli immobili rappresentata, dalla più performante a quella meno (A4, A3, A2, A1, B, C, D, E, F, G), indica il livello dei consumi energetici delle case sulla base di parametri funzionali e strutturali.

Continua la lettura

Super Ecobonus 110%: ad aprile 2022, circa 30 miliardi di oneri a carico dello Stato e condomini con fabbisogno energetico medio abbattuto del 53%

Superbonus-110

Il Superbonus edilizio costa una sproposito, ma almeno, dal punto di vista immobiliare, sta funzionando.
Anche questo è un dato di cui il Governo dovrà tener conto per decidere se, e in quali forme, continuare a sostenere i lavori di riqualificazione energetica.

Che il superbonus possa proseguire molti anni come oggi, al 110%, è ormai escluso.
Di recente, lo stesso presidente del Consiglio Mario Draghi, ha stigmatizzato l’esborso per le casse dello Stato, accennando addirittura a costi triplicati rispetto a una condizione di normalità.

Continua la lettura

Green Deal europeo: proposta della Commissione per migliorare la prestazione energetica degli edifici

Unione Europea - Strategia “Ondata di ristrutturazioni”

La Commissione europea, riunitasi lo scorso 15 dicembre 2021, ha proposto di allineare le norme sulla prestazione energetica degli edifici al Green Deal europeo e decarbonizzare il parco immobiliare dell’UE entro il 2050.

La proposta faciliterà la ristrutturazione di abitazioni, scuole, ospedali, uffici e altri edifici in tutta Europa per ridurre le emissioni di gas a effetto serra e le bollette energetiche, migliorando la qualità della vita di milioni di europei.

Continua la lettura

Superbonus 110%: a marzo 2022, circa 139.000 asseverazioni ed un totale degli investimenti ammessi a detrazione di 24,23 miliardi di euro.

Superbonus-110

Le asseverazioni per usufruire dell’agevolazione Superbonus 110%, al 31 marzo 2022, hanno raggiunto quota 139.029 per un valore totale di investimenti ammessi a detrazione di 24,23 miliardi di euro ed un onere a carico dello Stato di 26,65 miliardi.

È quanto emerge dalle tabelle mensili pubblicate da Enea, che segnala la realizzazione di poco più del 70% dei lavori per un valore di 16,98 miliardi.

Il 15,7% delle domande è stato presentato dai condomini per un valore di 11,8 miliardi, realizzati per un importo di 7,6 miliardi, mentre il 52,5% delle domande ha riguardato edifici unifamiliari, per un valore di 8,1 miliardi.
Il 31,8% delle asseverazioni ha riguardato unità indipendenti, per un valore di 4,3 miliardi.

Continua la lettura