IDEALISTA: il rendimento lordo del residenziale raggiunge il 7,8% nel 2021 (Roma 4,6%), comparando gli specifici prezzi di vendita e locazione

Il rendimento lordo dato dall’acquisto di una casa destinata alla redditività da locazione, è salito al 7,8% nell’ultimo anno.
Nel quarto e ultimo trimestre del 2020, il rendimento offerto era stato del 7,5%.

È quanto emerso dall’ultimo studio condotto dal portale immobiliare idealista, mettendo in relazione i prezzi di vendita e di locazione dei diversi prodotti immobiliari per calcolare la loro redditività lorda, ovvero priva di imposte (Imu, cedolare secca) e spese di gestione.

Secondo lo studio, i locali commerciali (negozi) si confermano il prodotto immobiliare più profittevole, con rendimento dell’11,6% (come 12 mesi fa).
Alle loro spalle crescono gli uffici, che stanno vivendo una profonda trasformazione per via della pandemia, e vedono salire i loro rendimenti fino al 9,2%, mentre i box arrivano a toccare il rendimento record di 7,2%, a fronte di un rendimento dei Btp 10 anni che risale oltre l’1%.

Continua la lettura

EUROSTAT: prezzi delle case in aumento del 39% (Italia -12%) e affitti del 16%, dal 2010

EUROSTATT-House-prices-rents-Q3-2021

Gli affitti e i prezzi delle case nell’UE hanno continuato il loro costante aumento nel terzo trimestre 2021, aumentando rispettivamente dell’1,2% e del 9,2% rispetto al 3° trimestre 2020.
Questi dati provengono dal report sugli affitti e sui prezzi delle case, pubblicato da Eurostat,

Tra il 2010 e il secondo trimestre 2011, i prezzi delle case e gli affitti nell’UE hanno seguito percorsi simili, ma dal secondo trimestre 2011 tali percorsi si sono significativamente differenziati.
Mentre gli affitti sono aumentati costantemente per tutto il periodo fino al Q3 2021, i prezzi delle case hanno oscillato considerevolmente.

Continua la lettura

EUROSTAT: prezzi delle abitazioni in crescita tendenziale dell’8,8% in area Euro e del 9,2% nell’UE, nel III trimestre 2021

EUROSTAT-Prezzi-delle-abitazioni-nel-terzo-trimestre-2021

Nel terzo trimestre del 2021 i prezzi delle abitazioni, misurati dall’indice dei prezzi delle abitazioni, sono aumentati dell’8,8% nell’area dell’euro e del 9,2% nell’UE rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente.

Si tratta dell’aumento annuale più elevato per l’area dell’euro dal 2005, quando iniziarono ad essere registrati i prezzi delle case (dal secondo trimestre del 2007, per l’UE).
Nel secondo trimestre del 2021, i prezzi delle case sono aumentati rispettivamente del 6,8% e del 7,4%.

Queste cifre provengono da Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione europea.

Continua la lettura

Prezzi delle abitazioni in aumento tendenziale dell’1,7% nel 2021 (Roma +1%), con una lieve flessione dei prezzi nell’ultimo trimestre

Mercato immobiliare post covid

Il 2021, anno del post-pandemia, caratterizzato dall’avvento dei vaccini anti Covid-19 e da un ritrovato senso di fiducia verso il futuro, si chiude positivamente anche sul fronte del mattone.

Secondo i dati elaborati da Immobiliare Insights, business unit di Immobiliare.it specializzata in studi di mercato, nonostante la leggera flessione registrata nell’ultimo trimestre (-0,3%), i prezzi hanno conosciuto un aumento di 1,7 punti percentuali su base annuale.
A dicembre, la cifra richiesta per l’acquisto di una abitazione a livello nazionale, è stata di 2.023 euro al metro quadro.

Nord-Ovest e Nord-Est come sempre sono le locomotive del Paese, con un aumento dei prezzi anno su anno del 5,4% e del 2,6% rispettivamente. Sostanzialmente stabile il Centro (-0,3%).
Prezzi in calo invece al Sud (-1,2%) e, soprattutto, nelle Isole (-2,5%).

Continua la lettura

FIAIP: 710.000 (+27%) compravendite nel 2021, 180.000 (+44%) gli acquisti di seconde case

Andamento-del-mercato-della-casa

Terminato il 2021 è tempo di consuntivi per il mercato immobiliare Italiano che si appresta a chiudere con circa 710.000 compravendite in ambito residenziale, mettendo a segno un +27% rispetto al 2020 e +18% rispetto al 2019, con una sostanziale tenuta dei valori di mercato.
Questo quanto dichiarato dalla FIAIP, importante associazione di categoria del settore riconosciuta dalla Comunità Europea.

Per alcune tipologie di immobili, quali quelli con ampi spazi interni (ambienti dedicati per lo studio, la lavanderia, una cucina abitabile, ecc..) ed esterni (giardino o terrazzi vivibili), possibilmente indipendenti o con poche unità in condominio, vi è stato un rialzo dei prezzi.
Soprattutto nel seconde semestre si è rilevato un incremento dal 5% al 10% di media, a seconda dell’ubicazione dell’immobile, con un 5% di aumento di media nei centri urbani di piccola-media grandezza ed un 10% nelle grandi città come Milano, Roma, Napoli, Bologna, Firenze e Torino.

Continua la lettura

ISTAT: compravendite immobiliari e atti di mutuo in crescita anche nel II trimestre 2021

ISTAT numero compravendite immobiliari dal primo trimestre 2009 al secondo trimestre 2021

Le convenzioni notarili di compravendita e le altre convenzioni relative ad atti traslativi a titolo oneroso per unità immobiliari ammontano a 214.804 nel I trimestre 2021 (+6,1% rispetto al IV trimestre 2020 e +36,7% su base annua) e a 263.651 nel II trimestre (+5,1% rispetto al trimestre precedente e +76,0% su base annua).

Il forte aumento tendenziale va letto tendendo conto che, nei primi due trimestri del 2020, il numero delle compravendite aveva subito un calo consistente per le conseguenze socio-economiche della crisi pandemica.

Nel II trimestre il settore abitativo segna variazioni congiunturali positive in tutte le aree geografiche del Paese (Nord-ovest e Isole +5,6%, Centro +5,0%, Nord-est +4,5%, Sud +4,1%) cosi come il settore economico (Sud +9,0%, Centro +8,7%, Nord-est +8,5%, Nord-ovest +6,0%, Isole +2,2%).

Continua la lettura