Dati Statistici Notarili: pubblicato il rapporto sul mercato immobiliare del 2019 (compravendite +4,76%)

 DNS-COMPRAVENDITE-DI-BENI-IMMOBILI-PER-DISTRIBUZIONE-REGIONALE-TASSI-PER-100.000-ABITANTI
È stato pubblicato il nuovo Rapporto Dati Statistici Notarili relativo alle compravendite di beni mobili e immobili, mutui, donazioni, imprese e società nell’anno 2019.
La rilevazione sull’attività notarile è stata condotta in modalità informatica dal Consiglio Nazionale del Notariato tramite Notartel S.p.A., società Informatica del Notariato, che ha elaborato i dati dei notai in esercizio su tutto il territorio italiano.

L’anno 2019 è stato un anno in crescita nel settore delle compravendite immobiliari: in particolare si è rilevato un aumento del 4,76% rispetto al 2018 (853.247 compravendite di fabbricati abitativi rispetto a 815.460 del 2018). Analizzando più nel dettaglio il mercato si nota nel 2019 una crescita nel corso dei mesi: è pari infatti al 3,46% l’aumento delle vendite del secondo semestre rispetto al primo.

Continua la lettura

NOTARIATO: l’impatto dell’emergenza COVID-19 su mercato immobiliare e mutui


L’andamento del mercato immobiliare e dei mutui in Italia nel mese di marzo 2020 su marzo 2019, durante la “fase 1” dell’emergenza Covid-19, è stato reso noto dal Consiglio Nazionale del Notariato sulla base delle rilevazioni effettuate attraverso i Dati statistici Notarili (DSN).

In particolare, il Notariato ha presentato una prima ricognizione effettuata in 10 grandi città italiane (Roma, Milano, Napoli, Bari, Bologna, Torino, Palermo, Cagliari, Verona, Firenze) in merito a 6 tipologie di atti: mutui, surroghe, compravendite di fabbricati abitativi e strumentali, compravendite di terreni agricoli ed edificabili.

Dal campione emerge un crollo generalizzato del mercato immobiliare nel mese di marzo.

A Roma le compravendite di beni immobili (fabbricati abitativi) sono diminuite del 42,9%, mentre quelle che riguardano i beni immobili strumentali del 50,9%.
Sul fronte dei terreni si è registrato -50,5% per quanto riguarda il settore agricolo e -67,9% per i terreni edificabili.
I mutui ipotecari sono diminuiti del 35,1% e le surroghe sono aumentate del 14%.

Continua la lettura

NOTARIATO: incremento del numero di compravendite nel I semestre 2019, con una lieve diminuzione dei prezzi degli immobili venduti dai privati

NOTARIATO-NUMERO-DEGLI-ATTI-primo-SEMETRE-2019-PER-DISTRIBUZIONE-REGIONALE-IN-BASE-DEMOGRAFICA
È stato pubblicato il nuovo Rapporto Dati Statistici Notarili relativo alle compravendite di beni mobili e immobili, mutui, donazioni, imprese e società nel primo semestre del 2019, comparato con lo stesso semestre del 2018.

In sintesi:
– continua l’aumento (+5,91%) delle compravendite di fabbricati.
– al Nord i maggiori volumi di scambio.
– tra le Regioni, si segnala il dato positivo di Abruzzo (+14,52%) e Calabria (+9,97%); in calo la Basilicata (-7,99%).
– oltre il 50% degli immobili viene acquistato con l’agevolazione prima casa.
– si conferma un aumento, anche se moderato, dei prezzi di vendita degli immobili a uso abitativo, con un aumento dei prezzi medi per gli immobili venduti da imprese (abitazioni nuove) e una live diminuzione dei prezzi relativi a immobili venduti dai privati.

Continua la lettura

NOTARIATO: settore immobiliare in crescita nel II semestre 2018, con valori altalenanti

NUMERO-DEGLI-ATTI-PER-DISTRIBUZIONE-REGIONALE-IN-BASE-DEMOGRAFICA

Dati in crescita nel settore immobiliare, nel secondo semestre 2018.
Questo quanto si evince dal nuovo Rapporto Dati Statistici Notarili relativo alle compravendite di beni mobili e immobili, mutui, donazioni, imprese e società nell’anno 2018 che confronta l’andamento del secondo e primo semestre 2018.

Aumentano infatti del 3,75% le compravendite di immobili di qualsiasi genere (920.513 le compravendite totali del 2018 comprensive di terreni, nuda proprietà, usufrutto, ecc.) e del 4,24% rispetto al primo semestre 2018 le compravendite di fabbricati (696.808 le compravendite di fabbricati totali del 2018).

È in aumento anche il valore medio delle cessioni di fabbricati, che passano da 118.330 Euro del I semestre 2018 a 121.820 Euro nel II semestre.
Senza dimenticare, però, che nel 2017 il valore medio di vendita era pari a 126.000 Euro.

Si conferma il picco delle compravendite nei mesi di luglio e dicembre.

Continua la lettura

Immobili in costruzione: nuove regole a tutela degli acquirenti

Notariato

Sono state introdotte nuove tutele a favore degli acquirenti di immobili in costruzione, in vigore a partire dal prossimo 16 marzo, introdotte con il Decreto Legislativo n. 14/2019 “Codice della crisi d’impresa” che ha modificato il dlgs 122/2005, e con il quale si integra e dà piena attuazione alle garanzie già inserite nel 2005.

Con l’occasione il Notariato ha presentato un decalogo sulle nuove tutele per gli acquirenti di immobili in costruzione.
La legge sull’acquisto di immobili da costruire si applica quando il venditore sia un costruttore e cioè un imprenditore (in forma individuale o societario) o una coop edilizia e l’acquirente sia una persona fisica (anche socio di coop edilizia).

Come cambia la tutela per gli acquirenti degli immobili da costruire?
La nuova legge (dlgs n.14/2019) prevede l’obbligo di stipulare il contratto preliminare (mediante atto pubblico o scrittura privata autenticata) con l’intervento del notaio, al quale impone di verificare ed attestare la correttezza della fideiussione (che deve essere conforme ad un modello ministeriale).
Il notaio non stipulerà l’atto in assenza di fideiussione.

Continua la lettura

Leasing immobiliare abitativo: definizione, convenienza e vantaggi fiscali

leasing-immobiliare-abitativo

Quando si pensa di acquistare la propria prima casa, molto spesso ci si trova di fronte a due alternative: richiedere un mutuo oppure scegliere il leasing immobiliare.
Meno conosciuta rispetto al tradizionale mutuo, questa seconda opzione potrebbe essere descritta come un affitto con riscatto che presenta numerosi vantaggi: ecco quali.

Il leasing 2019 – che cos’è e a chi conviene:
introdotto dalla Legge di Bilancio 2016, il leasing sulla prima casa resterà in vigore almeno fino a tutto il 2020.
Si tratta di un contratto fra la banca o l’intermediario finanziario che acquista l’immobile e il richiedente: in esso vengono stabiliti sia l’importo delle rate mensili e la loro durata, sia la cifra necessaria per un eventuale riscatto finale.

Continua la lettura