Mercato immobiliare “Corporate” in Italia

Investimenti-corporate-in-Italia-previsioni-in-miliardi-di-euro

L’emergenza sanitaria ha rappresentato un forte ostacolo per gli investimenti corporate, che hanno registrato una significativa contrazione a livello europeo.
La flessione ha coinvolto quasi tutti i Paesi e pressoché tutte le asset class, riportando i livelli di investimento vicini agli anni 2014-2016.

La flessione ha riguardato tutti i contesti territoriali, seppure con qualche differenza a livello locale.
Questo segmento di mercato in Italia è stato particolarmente penalizzato, poiché caratterizzato da una forte presenza di investitori esteri venuta meno nei periodi di lockdown e solo in parte compensata dalla componente domestica.

Continua la lettura

Importi richiesti per la vendita delle abitazioni nel 2020, in aumento del 2,5% (Roma +1,5%)

Variazioni dei prezzi richiesti nei 20 capoluoghi di regione per la tipologia immobiliare residenziale

Nel 2020, secondo i dati di Immobiliare.it e nonostante leggere flessioni registrate nell’ultimo trimestre, l’anno si è concluso con prezzi in aumento del 2,5% su base annuale.
A dicembre la cifra media richiesta per l’acquisto di un’abitazione a livello nazionale è stata pari a 2.025 euro al metro quadro.

La crescita è guidata dalle regioni del Nord-Ovest e del Nord-Est, dove in un anno i prezzi sono aumentati rispettivamente del 5,2% e del 2,3%.

Continua la lettura

ISTAT – prezzi delle abitazioni: diminuzione congiunturale del 2,5%, ma aumento tendenziale del 1,0% nel terzo trimestre 2020

ISTAT-INDICI-DEI-PREZZI-DELLE-ABITAZIONI-NUOVE-ED-ESISTENTI-IPAB-dal-primo-trimestre-2010-al-terzo-trimestre-2020

Secondo le stime preliminari, nel terzo trimestre 2020 l’indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie per fini abitativi, o per investimento, diminuisce del 2,5% rispetto al trimestre precedente e aumenta dell’1,0% nei confronti dello stesso periodo del 2019 (era +3,3% nel secondo trimestre 2020).

L’aumento tendenziale dell’IPAB è da attribuirsi soprattutto ai prezzi delle abitazioni nuove, che accelerano la crescita passando dal +2,7%, registrato nel secondo trimestre, al +3,0%.
Mentre i prezzi delle abitazioni esistenti crescono dello 0,7%, rallentando rispetto al trimestre precedente (era +3,6%).

Continua la lettura

INTESA SANPAOLO: il quadro sul mercato immobiliare italiano

Numero-di-compravendite-residenziali-annuali-e-prezzi-previsioni-2020-2023

Nella nota mensile della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, si rileva come il mercato immobiliare italiano abbia mostrato una certa resilienza nel corso dei primi 9 mesi dell’anno, con un arretramento delle compravendite residenziali tutto sommato inferiore alle attese e grazie soprattutto a uno slancio imprevisto nel periodo estivo.

Solo nel 4° trimestre, con l’intensificarsi della seconda ondata virale, il mercato ha gradualmente mutato orientamento mostrando maggiore prudenza e acquisendo consapevolezza del ridimensionamento delle prospettive di ripresa economica attese nel 2021.

Il timore proviene non tanto dall’inattività registrata in corrispondenza delle ondate virali, ma dalla prolungata precarietà economica che da queste deriva.

Continua la lettura

BANCA D’ITALIA: previsioni macroeconomiche 2020-2023 (PIL +2,5%, con alcune incertezze)

BANCA D'ITALIA-Proiezioni macroeconomiche ITALIA dal 2020 al 2023

La Banca d’Italia diffonde le proprie proiezioni macroeconomiche per l’Italia, nel quadriennio 2020-2023.
Le proiezioni sono state elaborate dagli esperti della Banca d’Italia, nell’ambito dell’esercizio coordinato dell’Eurosistema.

Dopo il ritorno a una crescita economica sostenuta nel terzo trimestre, cui hanno contribuito le politiche di sostegno messe in atto dal Governo, dall’Unione Europea e dall’Eurosistema, il forte aumento dei contagi degli ultimi mesi si sta riflettendo sulle prospettive di breve termine.

Continua la lettura

ROMA: prezzi degli immobili al minimo storico e ricerca di case più grandi

Mercato-immobiliare-di-Roma

Nel Rapporto sul mercato immobiliare di Roma, organizzato da Aspesi Roma, in collaborazione con Intesa Sanpaolo Casa e Immobiliare.it, si è discusso di quanto la pandemia abbia avuto un impatto improvviso e imprevedibile anche sul mercato immobiliare.

Benché questo sia più lento di altri settori nel subire contraccolpi, i segni iniziano a intravedersi prima di tutto nella riduzione delle compravendite previste per quest’anno e nella frenata sugli aumenti dei prezzi che si stavano rilevando nelle metropoli.

Si è parlato di questo e di quanto potrebbe accadere in futuro a Roma.

Continua la lettura