L’identikit della casa dei sogni, causa covid-19

 Ricerca casa post-covid
“Ne usciremo cambiati”,
è la frase che più spesso si è sentita pronunciare da un anno a questa parte.
E mentre si aspetta di capire come il mondo post Covid risulterà diverso, si può già tracciare una linea di demarcazione per quelle abitudini e quegli stili di vita con i quali gli italiani hanno dovuto fare i conti.

Il portale Immobiliare.it, ha analizzato oltre 10 milioni di ricerche salvate a gennaio 2020 e gennaio 2021 per capire come la casa dei sogni abbia cambiato forma, adattandosi alle nuove necessità emerse nell’anno più complesso della storia contemporanea.
Si scopre così che, se da una parte si cercano case più grandi rispetto all’anno scorso, indipendenti e con spazi esterni privati, dall’altra la spesa massima che si imposta nelle ricerche è aumentata di appena l’1,3%, ammontando mediamente a 216.500 euro.

Continua la lettura

EUROSTAT: produzione nell’edilizia in calo congiunturale del 3,7% nell’area dell’euro e del 3,3% nell’UE (-2,3% e -2,1% rispetto a dicembre 2019)

A dicembre 2020, rispetto a novembre 2020, la produzione destagionalizzata nel settore delle costruzioni è diminuita del 3,7% nell’area dell’euro e del 3,3% nell’UE, secondo le prime stime di Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione europea.
A novembre 2020, la produzione nel settore delle costruzioni era aumentata del 2,3% nell’area dell’euro e dell’1,8% nell’UE.

A dicembre 2020 rispetto a dicembre 2019, la produzione nel settore delle costruzioni è diminuita del 2,3% nell’area dell’euro e del 2,1% nell’UE.
La produzione media annua nel settore edile per l’anno 2020, rispetto al 2019, è diminuita del 5,7% nell’area dell’euro e del 5,0% nell’UE.

Continua la lettura

ISTAT: i dati sulla produzione nelle costruzioni a dicembre 2020 (-4,6% congiunturale)

ISTAT PRODUZIONE NELLE COSTRUZIONI, INDICE DESTAGIONALIZZATO E MEDIA MOBILE A TRE MESI Gennaio 2015-dicembre 2020

A dicembre 2020 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni diminuisca del 4,6% rispetto a novembre.
Nella media del quarto trimestre 2020 la produzione nelle costruzioni cala del 3,4% rispetto al trimestre precedente.

Su base tendenziale l’indice grezzo della produzione nelle costruzioni aumenta dell’1,8%, mentre l’indice corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi di calendario sono stati 21, contro i 20 di dicembre 2019) registra una flessione dell’1,5%.

Continua la lettura

CASA: necessità di maggiore spazio, per le coppie italiane

Quanto deve essere grande la casa di una coppia?
È difficile dare una risposta in termini assoluti, perché le esigenze di ciascuno sono assolutamente personali e sempre mutevoli.

Immobiliare.it ha chiesto ai propri utenti se fossero soddisfatti degli spazi a loro disposizione, dopo circa un anno di convivenza resa più stretta dalle misure anti-pandemia.
Un panel di oltre 2.500 rispondenti di ogni età, ha rivelato quali sono sogni e progetti per la propria abitazione nati al tempo del lockdown e delle restrizioni sugli spostamenti.

Continua la lettura

BCE: costi abitativi e proprietà delle abitazioni nell’area dell’euro

 BCE Tasso di eccessiva onerosità dei costi abitativi nell’area dell’euro nel 2019

I costi abitativi hanno un’incidenza elevata sul bilancio delle famiglie.
Tali importi comprendono in genere le spese per le utenze (acqua, energia elettrica, gas e riscaldamento), la manutenzione e le rate di affitto o il pagamento degli interessi sul mutuo, che insieme hanno rappresentato complessivamente circa un quinto del reddito speso dalle famiglie nel 2019.

Le variazioni di questi costi sono strettamente legate all’andamento del mercato immobiliare, influenzato dai prezzi degli affitti e delle abitazioni, ma anche dal pagamento dei mutui.
Inoltre, tali costi dipendono da fattori strutturali, esaminati in dettaglio nel presente riquadro, come la quota di abitazioni di proprietà o alcune caratteristiche delle famiglie.

Continua la lettura

ISTAT: i dati sulla produzione nelle costruzioni a novembre 2020 (+1,7% congiunturale)

ISTAT produzione nelle costruzioni a novembre 2020

A novembre 2020 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni aumenti dell’1,7% rispetto ad ottobre, dopo i cali registrati nei due mesi precedenti.
Nella media del trimestre settembre-novembre 2020, la produzione nelle costruzioni diminuisce lievemente, dello 0,3%, rispetto ai tre mesi precedenti.

Su base annua l’indice corretto per gli effetti di calendario della produzione nelle costruzioni (i giorni lavorativi di calendario sono stati 21 contro i 20 di novembre 2019) cresce del 7,2% e l’indice grezzo aumenta del 10,9%.

Continua la lettura