ISTAT: aumento tendenziale (+16,9%) ma non congiunturale (-1,3%) della produzione nelle costruzioni, ad aprile 2022

ISTAT-Produzione-nelle-costruzioni-aprile-2022

Ad aprile 2022, si stima che l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni diminuisca dell’1,3% rispetto a marzo 2022.
Nella media del trimestre febbraio–aprile 2022, la produzione nelle costruzioni aumenta del 7,0% nel confronto con il trimestre precedente.

Su base tendenziale, l’indice corretto per gli effetti di calendario, cresce del 16,9% (i giorni lavorativi di calendario sono stati 19 contro i 21 di aprile 2021), mentre l’indice grezzo registra un incremento dell’8,1%.

Continua la lettura

BANCA D’ITALIA: la dinamica dell’inflazione e gli sviluppi del conflitto influenzano i progetti delle famiglie

BANCA D'ITALIA - Relazione annuale 2022

Nella Relazione annuale della Banca d’Italia sull’economia internazionale, europea e italiana, si rileva come in base alle indagini dell’Istat la fiducia – che era molto migliorata tra la primavera e l’estate del 2021 – sia diminuita lo scorso autunno con il nuovo peggioramento della situazione pandemica.
Ed è scesa in modo ancora più marcato dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia.

Le risposte delle famiglie indicano un deterioramento delle attese sulla situazione economica, sia personale sia generale, e un forte aumento dell’incertezza.
Le intenzioni di acquisto di beni durevoli si sono drasticamente ridotte e la quota dei consumatori che ritengono opportuno risparmiare è rimasta elevata, segnalando un persistente atteggiamento di cautela.

Continua la lettura

ISTAT: a marzo 2022, indice della produzione nelle costruzioni in crescita per l’ottavo mese consecutivo | livello più alto da maggio 2011

ISTAT-produzione-nelle-costruzioni-marzo-2022

A marzo 2022 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni aumenti del 2,0% , rispetto a febbraio 2022.
Nella media del primo trimestre 2022, al netto della stagionalità, la produzione nelle costruzioni aumenta del 7,0%, nel confronto con il trimestre precedente.

Su base tendenziale, l’indice corretto per gli effetti di calendario cresce del 19,4% (i giorni lavorativi di calendario sono stati 23, come a marzo 2021), mentre l’indice grezzo registra una crescita del 20,5%.

Continua la lettura

Casa con giardino: nelle grandi città italiane, presente solo in un’abitazione in vendita su cinque

home-with-garden

La possibilità di godere di uno spazio verde privato è piuttosto comune nelle cittadine della provincia italiana, caratterizzate da un elevato numero di soluzioni indipendenti, ma cosa succede quando ci si sposta nei grandi centri dove l’urbanistica è differente?

Secondo quanto emerso da una ricerca di Immobiliare.it (curata dalla business unit Immobiliare.it Insights) sullo stock totale di immobili in offerta nelle dodici principali città italiane, quelli che dispongono di un giardino privato non superano mai la soglia del 20%.

Verona e Venezia sono le città che presentano le percentuali più elevate di case con giardino: quasi 1 un immobile in vendita su 5 infatti dispone di uno spazio verde privato.
A seguire Roma, con il 17,7%, e Firenze, con il 16,4%.

Continua la lettura

ISTAT: sensibile aumento tendenziale del numero dei permessi di costruire (+14%) e della superficie utile (+17,6%) del settore residenziale, nel quarto trimestre 2021

ISTAT Permessi di costruire e superfici utili quarto trimestre 2021

Nel quarto trimestre 2021, sulla base delle autorizzazioni riguardanti il comparto residenziale, si stima una crescita congiunturale dello 0,9% per il numero di abitazioni e dell’1,6% per la superficie utile abitabile.

La superficie dei fabbricati non residenziali diminuisce rispetto al trimestre precedente, in misura marcata (-20,3%).

Nel quarto trimestre 2021, il numero di abitazioni dei nuovi fabbricati residenziali, al netto della stagionalità, è stata pari a circa 15.700 unità, con una superficie utile abitabile è di circa 1,39 milioni di metri quadrati.
La superficie non residenziale autorizzata, è pari a 2,28 milioni di metri quadrati.

Continua la lettura

ISTAT: incremento degli investimenti delle famiglie in abitazioni, nel 2021

ISTAT Risparmio e potere acquisto Famiglie consumatrici del 2021

Gli investimenti in abitazioni da parte delle famiglie consumatrici, hanno mostrato un rilevante incremento nel 2021 (17,1 miliardi di euro, +28,9%), dopo un biennio di contrazione.
Anche grazie al sistema di incentivi alle ristrutturazioni.

Lo rileva Istat, aggiungendo che nel corso del 2021 l’espansione dell’attività produttiva e il ritorno delle retribuzioni ai livelli del 2019, hanno generato una crescita del reddito disponibile delle famiglie consumatrici del 3,8% (+42,5 miliardi di euro), dopo che nel 2020 si era avuta una contrazione del 2,7% (-30,6 miliardi).
Il potere d’acquisto, ossia il reddito disponibile espresso in termini reali, pur aumentando del 2,1% su base annua, non si però è riportato ai livelli pre-crisi.

Continua la lettura