CRIF: il 2021 si apre con un netto calo delle richieste di credito da parte delle famiglie

Barometro-CRIF-Andamento dell'importo medio dei Mutui Ipotecari richiesti

Dopo le pesanti flessioni che hanno segnato il 2020, il nuovo anno si è aperto con una contrazione del numero di richieste di finanziamenti da parte delle famiglie italiane.

La componente dei mutui immobiliari fa segnare un -6,6% malgrado la vivacità delle surroghe, mentre i prestiti nel complesso vedono un calo pari a -13,1% rispetto al corrispondente mese del 2020.

Continua la lettura

BCE: costi abitativi e proprietà delle abitazioni nell’area dell’euro

 BCE Tasso di eccessiva onerosità dei costi abitativi nell’area dell’euro nel 2019

I costi abitativi hanno un’incidenza elevata sul bilancio delle famiglie.
Tali importi comprendono in genere le spese per le utenze (acqua, energia elettrica, gas e riscaldamento), la manutenzione e le rate di affitto o il pagamento degli interessi sul mutuo, che insieme hanno rappresentato complessivamente circa un quinto del reddito speso dalle famiglie nel 2019.

Le variazioni di questi costi sono strettamente legate all’andamento del mercato immobiliare, influenzato dai prezzi degli affitti e delle abitazioni, ma anche dal pagamento dei mutui.
Inoltre, tali costi dipendono da fattori strutturali, esaminati in dettaglio nel presente riquadro, come la quota di abitazioni di proprietà o alcune caratteristiche delle famiglie.

Continua la lettura

CRIF: richieste di mutuo in crescita nel IV trimestre del 2020 (+2,8% tendenziale)

 Bussola-mutui-CRIF-flssi-erogati-quarto-trimestre-2020

In un contesto economico colpito dall’emergenza sanitaria, il mercato dei mutui dimostra una buona resilienza (+2,8% la domanda sull’anno, +4,3% le erogazioni relative ai primi 9 mesi e +10,7% rispetto al medesimo periodo del 2019), grazie a tassi di interesse ai minimi storici ed al conseguente boom delle operazioni con finalità surroga.

Dopo quasi 10 anni di riduzioni continuative, il prezzo/mq degli immobili oggetto di garanzia di mutuo aumenta nel 2020 (+2,9% rispetto al 2019), nonostante un mercato immobiliare fortemente impattato dalla pandemia (-14% compravendite residenziali, sui primi 9 mesi).

Continua la lettura

MUTUI: aumento delle richieste (+2,8%) nel 2020, grazie all’incremento delle surroghe

Il mercato dei mutui immobiliari non teme la pandemia e registra, nell’anno appena concluso, una crescita delle richieste del +2,8%.

Un fenomeno spinto da un vero e proprio boom delle surroghe, favorito da tassi di interesse estremamente appetibili che hanno stimolato le famiglie in cerca di soluzioni più sostenibili a rinegoziare anche contratti di recente stipula.

Queste alcune delle evidenze più significative che emergono dall’analisi sul patrimonio informativo di EURISC, il Sistema di Informazioni Creditizie gestito da CRIF.

Continua la lettura

Valore medio delle case oggetto di richiesta di mutuo, in calo tendenziale del 5,4% nel quarto trimestre del 2020

La casa è da sempre un bene rifugio per gli italiani, ma la pandemia sembra averne intaccato il valore o, quantomeno, la capacità di spesa degli aspiranti mutuatari.

Secondo l’analisi, realizzata su un campione di oltre 80.000 pratiche di richieste di mutuo raccolte da Facile.it e Mutui.it tra gennaio 2019 e dicembre 2020, nel corso del quarto trimestre 2020 il valore medio degli immobili che gli italiani hanno cercato di acquistare è diminuito del 5,4% rispetto allo stesso periodo del 2019, stabilizzandosi a 192.985 euro.

Dato preoccupante, se si considera che il 2020 era iniziato positivamente e il crollo si è registrato soprattutto a partire dalla seconda metà dell’anno.

Continua la lettura

MUTUI: forte aumento tendenziale delle richieste per la prima abitazione, nel terzo trimestre 2020

Mutui prima casa 2020

Le richieste di mutui aventi come finalità l’acquisto della prima abitazione, sono balzate al 48% del totale (dal 45,1% indicato nel trimestre precedente) ai massimi rispetto al terzo trimestre 2019.
L’importo medio è salito del 2,8%, a 135.755 Euro.

La “passione” degli italiani, relativa ad avere una casa di proprietà, è più forte della pandemia da coronavirus e della crisi economica.
Anzi, proprio in questa situazione di difficoltà, sembrano trovare maggiore spinta nell’individuare nel “mattone” il rifugio preferito per i loro risparmi.

L’osservatorio mutui di MutuiOnline.it, relativo al trimestre, a tutto novembre fotografa un mercato immobiliare nostrano in salute, caratterizzato da una significativa crescita delle domande di mutui accompagnata da una robusta accelerazione dell’importo medio richiesto.
Incoraggiante, in questo senso, anche l’aumento dei giovani che chiedono i mutui.

Continua la lettura