MUTUI: trend positivo per l’acquisto di abitazioni (+9.5%) e crollo delle surroghe (-73.1%), nel primo trimestre del 2022

Trend dei mutui

Nei primi tre mesi del 2022 si conferma una dinamica positiva per i mutui immobiliari alle famiglie consumatrici destinati all’acquisto casa, mentre crollano le surroghe.

Nonostante le incertezze generate dal contesto geopolitico e dall’inflazione in aumento, anche nei primi tre mesi del 2022 la crescita prosegue per i mutui d’acquisto abitazione (+9.5%).
Tale trend è il risultato della ripresa della domanda delle famiglie e di politiche creditizie degli operatori meno restrittive, seppure più prudenti rispetto al periodo pre-Covid.

Queste le principali evidenze che emergono dalla 52a edizione dell’Osservatorio sul Credito al Dettaglio realizzato da Assofin, CRIF e Prometeia.

Continua la lettura

Dati Statistici Notarili: incremento del numero di mutui nel 2021 (+23% sul 2020, +13% sul 2019) e delle donazioni

Dati Statistici Notarili sul 2021 - Mutui e donazioni

Nel precedente articolo è stato già precisato come il 2021 sia stato caratterizzato da un incremento senza precedenti del mercato immobiliare italiano, con un incremento delle compravendite di immobili del +34,64%, rispetto al 2020.

Esaminiamo ora gli specifici dati relativi ai Mutui ed alle donazioni:

Continua la lettura

BANCA D’ITALIA | Lazio: prezzi delle abitazioni cresciuti del 4,5%, peso attività reali delle famiglie superiore alla media nazionale ed erogazione mutui in forte aumento

Banca D’Italia | Economie regionali – L’economia del Lazio – Rapporto annuale 2022

Nel 2021, secondo l’indicatore trimestrale dell’economia regionale (ITER) della Banca d’Italia, l’attività economica del Lazio è cresciuta del 6,3%, poco meno del dato nazionale (6,6%).

Dopo il forte rimbalzo registrato nel secondo trimestre, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente che era stato caratterizzato dal lockdown, il recupero dell’attività è proseguito a ritmi più contenuti.
Nel complesso i livelli di attività rimangono ancora di 3 punti percentuali inferiori a quelli precedenti la pandemia.

Continua la lettura

MUTUI: a maggio diminuzione tendenziale delle richieste (-16,8%) ed aumento dell’importo medio (+5,6%)

CRIF barometro MUTUI maggio 2022

Nel mese di maggio 2022, le richieste di mutui immobiliari da parte dei giovani “under 35”, salgono al 35,4% del totale (erano al 34,9% lo scorso mese).
Sostenendo l’intero comparto, che complessivamente risulta in flessione (-16,8%, rispetto al corrispondente mese del 2021).

Questo le evidenze del Barometro CRIF, il Sistema di Informazioni Creditizie, anche a causa del forte ridimensionamento delle surroghe, dovuto al fisiologico esaurimento dei contratti in grado di trarre beneficio dalla rinegoziazione delle condizioni.

Continua la lettura

MUTUI: si consiglia il tasso fisso

Trend dei mutui

Chi accenderà un mutuo, da qui in avanti, dovrà fare i conti con tassi più alti.
Ma anche chi ha già scelto un tasso variabile dovrà vedersela con un aumento della rata.

In questo caso, l’osservatorio surroghe di MutuiOnline rileva la convenienza a convertirlo con un tasso fisso.

Per un lungo periodo le surroghe sono state determinanti per l’andamento dei mutui, superando a tratti la finalità acquisto.
A partire dal 2020, invece, la discesa del tasso fisso, con i valori a lungo sotto la curva dell’1%, ha dato un nuovo corso al mercato dei mutui.

Continua la lettura

MUTUI: ad aprile, crescita del tasso fisso (TAN medio 1,92%) e sostanziale stabilità del variabile (TAN medio 0,94%)

Andamento mutui

Sembra essersi ufficialmente conclusa la stagione dei tassi bassi, che garantiva affari anche sul tasso fisso e sulle lunghe durate.
Il nuovo scenario è dominato invece da un mercato in movimento, con un continuo assestamento dei tassi e la certezza che dalla Bce la politica monetaria accomodante stia per giungere al capolinea.

Secondo quanto annunciato dalla Presidente Christine Lagarde, già con l’inizio di luglio potrebbero terminare gli acquisti di titoli da parte della Bce.
Quindi, seguiranno un aumento del costo del denaro e un primo rialzo dei tassi variabili.

Continua la lettura