OMI: compravendute oltre 28.000 nude proprietà in Italia, nel 2023 (+1,7%)

Grafico OMI della distribuzione NTNnp 2023 per aree geografiche, capoluoghi e non capoluoghi

Il Rapporto Immobiliare 2024 sul mercato residenziale, a cura dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate (OMI), rileva che nel 2023 sono state 28.214 (NTNnp) le compravendite di nude proprietà in Italia, con un incremento del +1,7% rispetto al 2022.

I dati evidenziano che questi trasferimenti della proprietà, che non contemplano il diritto reale di godimento del bene, rappresentano una quota esigua del totale delle abitazioni compravendute nel 2023, in termini di numero di transazioni normalizzate (3,9%).

Continua la lettura

Aste immobiliari: sensibile diminuzione del numero di avvisi pubblicati (-17,8% tendenziale), nel primo trimestre 2024

Immagine di un tipico martelletto da sta giudiziaria, sulla scrivania all'interno di una stanza

Nei primi tre mesi del 2024 sono state 37.000 le aste giudiziarie pubblicate in Italia (-17,8%, rispetto alle circa 45.000 al 31 marzo 2023), per un valore complessivo dell’offerta minima di partenza pari a circa 6,3 miliardi di euro (-16%, rispetto ai 7,5 miliardi al 31 marzo 2023).

Lo segnala l’Osservatorio “BRICK” della società Berry Srl (una startup fintech specializzata nella progettazione e fornitura di prodotti e servizi innovativi nel settore del credito), che monitora periodicamente l’andamento del mercato immobiliare e delle aste in Italia.

Continua la lettura

Investimenti immobiliari: +98% in Italia, nel primo trimestre 2024

Grafico sulla parete di una stanza, dell'andamento degli investimenti immobiliari (+98% in Italia, nel primo trimestre 2024)

Secondo l’analisi del Team Research di Dils, il volume degli investimenti immobiliari in Italia nel primo trimestre del 2024 risulta pari a circa 1,9 miliardi di euro, una performance doppia (+98%) rispetto allo stesso periodo del 2023.
Si conferma pertanto il trend di progressiva stabilizzazione del mercato, avviato nella seconda metà dell’anno precedente.

Il maggiore contributo per il raggiungimento di questo risultato è arrivato dal closing di due importanti operazioni nei mercati di Milano e Roma, che ancora una volta costituiscono i principali catalizzatori di investimenti, attraendo complessivamente oltre due terzi dei capitali investiti in Italia nel trimestre.

Continua la lettura

ISTAT: crescita (+3,0%) degli investimenti delle famiglie nell’acquisto e ristrutturazione delle abitazioni, nel 2023

Immagine di una famiglia italiana, con marito moglie e figlio, all'interno di un soggiorno nel quale sono in corso alcuni lavori di ristrutturazione

Favorita dal prolungamento del sistema di incentivi alle ristrutturazioni, è proseguita nel 2023 la crescita degli investimenti delle famiglie per l’acquisto e la manutenzione straordinaria delle abitazioni (+3,0%, +3,4 miliardi di euro rispetto al 2022).
Anche se con ritmi più contenuti rispetto al biennio precedente.

Secondo il report dell’ISTAT, infatti, le famiglie hanno beneficiato nell’anno di 78,4 miliardi di euro di incentivi agli investimenti, erogati dalle amministrazioni pubbliche (+21,2 miliardi di euro, rispetto al 2022).

Continua la lettura

Mercato immobiliare: nel 2023 frena la prima casa, ma cresce l’acquisto per investimento (+28%) e degli immobili più efficienti

Immagine di un tablet con alcuni dati e grafici, con lo sfondo in bianco e nero di palazzi di un quartiere italiano

Nel 2023, nonostante il calo generale delle compravendite residenziali, aumentano gli acquisti di immobili per investimento, finalizzati ad una rendita da locazione.
A dimostrazione di come la casa si confermi in assoluto l’investimento immobiliare più ricercato e sicuro, a tutela dei risparmi delle famiglie italiane pesantemente colpiti dall’inflazione.

È quanto emerge dai dati dell’Osservatorio Immobiliare Nazionale Fiaip, elaborati per l’undicesimo anno consecutivo con ENEA ed I-Com (Istituto per la Competitività), in riferimento all’andamento del mercato immobiliare del 2023 e alle previsioni per il 2024.

Continua la lettura

Nuda proprietà: +34% di interesse in Italia negli ultimi 4 anni, ma a Roma e Milano due storie diverse

Immagine di persone anziane, tra le quali una stringe la mano a duna persona giovane all'interno di un appartamento

L’interesse per la nuda proprietà è aumentato del +34% rispetto al 2019, nonostante la crescita del prezzo medio al metro quadro del +6,3%.
Se si analizza l’andamento a livello nazionale, per una casa in nuda proprietà bisogna spendere attualmente mediamente circa 2.267 euro al metro quadro.

È quanto emerge dallo studio elaborato da “Immobiliare.it Insights”, società del gruppo di Immobiliare.it, che ha indagato l’andamento dei principali indicatori di mercato per le soluzioni offerte in nuda proprietà rispetto al 2019.

Continua la lettura