BCE: le previsioni economiche e le possibili ripercussioni dell’aumento del tasso dei mutui sui prezzi delle abitazioni

BCE-EUROSTAT-Investimenti-nell'edilizia-residenziale-prezzi-delle-abitazioni-e-tassi-di-interesse-sui-mutui-202

L’8 settembre 2022, il Consiglio direttivo ha deciso di innalzare di 75 punti base i tre tassi di interesse di riferimento della BCE.
Questo rilevante incremento anticipa la transizione dal livello attualmente molto accomodante dei tassi di interesse di riferimento a livelli che assicureranno un ritorno tempestivo dell’inflazione all’obiettivo del 2% del Consiglio direttivo nel medio termine.

In base alla sua valutazione aggiornata, il Consiglio direttivo si attende di aumentare ulteriormente i tassi di interesse nelle prossime riunioni per frenare la domanda e mettere al riparo dal rischio di un persistente incremento delle aspettative d’inflazione.

Continua la lettura

BCE: condizioni creditizie più rigide per i mutui alle famiglie per l’acquisto di abitazioni

Mutui a giugno 2020

Gli standard di credito delle banche dell’Eurozona – ovvero le linee guida interne o i criteri di approvazione, per i prestiti e le linee di credito alle imprese – si sono ulteriormente inaspriti nel secondo trimestre del 2022.

Per quanto riguarda i prestiti alle famiglie per l’acquisto di abitazioni, le banche dell’area euro hanno segnalato un forte inasprimento netto degli standard di credito, mentre gli standard di credito per il credito al consumo e altri prestiti alle famiglie si sono moderatamente inaspriti.

È quanto emerge dal Rapporto sulle condizioni finanziarie dell’Eurosistema, pubblicato dalla Banca centrale europea (BCE).

Continua la lettura

EUROSTAT: notevole incremento del risparmio delle famiglie, durante la pandemia di COVID-19

EUROSTAT-Dinamica-del-tasso-di-risparmio-famiglie

Il tasso di risparmio delle famiglie nell’area euro è quasi raddoppiato durante la pandemia, raggiungendo il 25% del reddito nel secondo trimestre 2020, dopo essersi collocato a circa il 12-13% prima del 2020.
Questo tasso è basato sulla media dell’area dell’euro e può variare notevolmente da un paese all’altro.

L’aumento del risparmio non è un fenomeno atipico durante una crisi, ma l’entità di questo incremento è insolita ed è ascrivibile all’accumulo di fondi dovuto alle restrizioni imposte sulle attività di spesa (il cosiddetto risparmio forzato).

Continua la lettura

BCE: costi abitativi e proprietà delle abitazioni nell’area dell’euro

 BCE Tasso di eccessiva onerosità dei costi abitativi nell’area dell’euro nel 2019

I costi abitativi hanno un’incidenza elevata sul bilancio delle famiglie.
Tali importi comprendono in genere le spese per le utenze (acqua, energia elettrica, gas e riscaldamento), la manutenzione e le rate di affitto o il pagamento degli interessi sul mutuo, che insieme hanno rappresentato complessivamente circa un quinto del reddito speso dalle famiglie nel 2019.

Le variazioni di questi costi sono strettamente legate all’andamento del mercato immobiliare, influenzato dai prezzi degli affitti e delle abitazioni, ma anche dal pagamento dei mutui.
Inoltre, tali costi dipendono da fattori strutturali, esaminati in dettaglio nel presente riquadro, come la quota di abitazioni di proprietà o alcune caratteristiche delle famiglie.

Continua la lettura

BCE: il mercato immobiliare nelle proiezioni macroeconomiche di marzo 2020, COVID-19 permettendo

BCE Bollettino economico 2 2020
All’interno del Bollettino economico della BCE n.2 del 2020, con gli aggiornamenti sull’evoluzione dei principali indicatori e sugli andamenti economici e monetari per l’area dell’Euro, si prevede che la ripresa del mercato immobiliare residenziale proseguirà ad un ritmo più lento rispetto al 2019 e potrebbe subire l’influenza negativa dell’epidemia di coronavirus.

L’evolvere dell’epidemia di coronavirus (COVID-19) ha peggiorato le prospettive per l’economia mondiale contenute nelle proiezioni macroeconomiche di marzo 2020 formulate dagli esperti della BCE.
Gli andamenti osservati dopo la data di ultimo aggiornamento dei dati utilizzati per le proiezioni suggeriscono, infatti, che i rischi al ribasso per l’attività mondiale connessi con l’insorgere del COVID-19 si siano in parte concretizzati; ciò implica che quest’anno l’attività mondiale si rivelerà più debole di quanto anticipato dalle proiezioni in questione.

Continua la lettura

BCE: stabilità nel tasso dei mutui e dinamica positiva, ma in rallentamento, del mercato delle abitazioni

BCE-Tassi-compositi-sui-prestiti-per-acquisto-di-abitazioni

Il tasso composito sui prestiti bancari per l’acquisto di abitazioni in Europa è rimasto sostanzialmente stabile all’1,82%, vicino al minimo storico risalente a dicembre 2016.
Il dato è presente nell’ultimo bollettino della Banca Centrale Europea sugli andamenti economici e monetari.

Dovrebbe proseguire la ripresa del mercato delle abitazioni residenziali in corso, anche se a un ritmo più lento rispetto al 2018.
Nel quarto trimestre del 2018, gli investimenti in edilizia residenziale sono cresciuti dello 0,6%, in linea con il perdurare della ripresa in molti paesi dell’area dell’Euro e nell’area nel suo insieme.

Sebbene nel 2018 la crescita sia stata più lenta rispetto alle vigorose dinamiche osservate nel 2017, essa si mantiene su livelli solidi riflettendo un buono stato di salute.

Continua la lettura