Superbonus 110%: in diminuzione le famiglie interessate ad usufruirne, causa incertezze e scoraggiamento

MISE-Superbonus-e-Sismabonu

Ad un anno dal lancio della misura Superbonus 110%, il quadro attuale sull’andamento degli interventi mostra un “percorso diventato a ostacoli” e si registra un primo “effetto di rassegnazione e scoraggiamento” da parte delle famiglie italiane.

I motivi sono vari, in primis l’incertezza sulle decisioni normative, l’inadeguatezza delle informazioni da parte degli operatori, le difficoltà riscontrate dalle imprese dovute all’aumento dei prezzi e dal fatto che abusi anche minimi possono impedire l’avvio delle operazioni.

È quanto emerge dal 110% Monitor, il primo osservatorio trimestrale sull’andamento degli interventi di riqualificazione energetica e sismica soggetti al superbonus, lanciato da Nomisma per monitorare e misurare l’efficacia e le criticità dell’agevolazione e per promuovere modelli di business virtuosi capaci di facilitarne l’accessibilità.

Continua la lettura

ROMA: prezzi delle abitazioni in lieve incremento, sconto medio al 12,5% e tempi di vendita di 5-7 mesi nel primo semestre 2021

ROMA - mercato immobiliare

Il mercato immobiliare residenziale di Roma evidenzia un andamento positivo, nel primo semestre 2021, secondo quanto emerge dal 2° Osservatorio sul Mercato Immobiliare 2021 di Nomisma.

Il comparto delle abitazioni è avvantaggiato da una più favorevole dinamica delle compravendite, ma sconta rispetto ad altri mercati un arretramento dei prezzi e una minore liquidità del mercato, in termini di velocità di assorbimento.
Anche il comparto non residenziale, meno performante e lontano dalla ripresa anche nella dinamica pre-Covid, registra tuttavia una stabilità.

A Roma, il numero di compravendite residenziali – a consuntivo 2020 – presenta un decremento annuale (-10,3%) relativo ad un volume transato di 29.505 compravendite, contro le 32.787 del 2019.
La flessione è da imputare totalmente al risultato negativo del primo semestre (-19,4%), in parte compensato nella seconda parte dell’anno dal sostanziale raggiungimento dei livelli del secondo semestre 2019.

Continua la lettura

NOMISMA: spunti di riflessione e ammonimenti nel rapporto “La casa e gli italiani”

Acquistare casa post covid19

Nel recente rapporto Nomisma “La casa e gli italiani”, studio che mostra i postumi pandemici delle famiglie italiane riguardo l’abitare, si pone l’attenzione su alcuni elementi caratterizzanti le scelte attuali e future nel contesto immobiliare.

La “miopia familiare” che potrebbe non consentire una visione equilibrata delle dotazioni in relazione alla propria condizione socio-economica.
E anche la voglia di casa legata ad una risposta emotiva da parte di famiglie indotte a non considerare le proprie possibilità reali e “la necessità di qualche sacrificio futuro, per compensare la straordinaria spesa pubblica del Paese nei prossimi 6 anni”.

Sono due dei severi giudizi e ammonimenti contenuti nell’attenta analisi.

Continua la lettura

NOMISMA: alcuni segnali di ottimismo per il mercato immobiliare

Nomisma-intenzioni-di-acquisto-dabitazioni-nei-prossimi-12-mesi

Nel 14° rapporto sulla finanza immobiliare di Nomisma, sono stati analizzati trend e previsioni per i prossimi anni, alla luce dei nuovi modi di abitare delle famiglie italiane.

L’immagine che scaturisce dalla consueta indagine sulle famiglie italiane è quella di un Paese comprensibilmente ferito, ma in cui sta progressivamente aumentando la fiducia sulle possibilità di risalita dal baratro nel quale – per effetto della pandemia – era piombato.

Nell’ultimo anno si è assistito ad una fortissima accelerazione digitale che ragionevolmente sarà irreversibile.
Il processo di urbanizzazione e la spinta ad avere una casa di proprietà per tutti non ha prodotto quell’ abitare sociale in grado di migliorare la qualità e l’attrattività dei territori.

Continua la lettura

NOMISMA: diminuzione dei prezzi delle abitazioni nel 2020 tra lo 0,7% (città intermedie) ed il 2,0% (grandi città).

Andamento mercato immobiliare

Si è svolta oggi la presentazione del Primo Rapporto sul Mercato Immobiliare 2021 da parte di Nomisma, importante società italiana con sede a Bologna, che realizza da più di 35 anni ricerche di mercato e consulenze.

Uno dei dati più significativi che sono emersi oggi, è stato il constatare una flessione del mercato immobiliare inferiore alle aspettative:

“Il calo fatto segnare sul versante delle compravendite residenziali (-7,7%) rappresenta un esito migliore anche delle attese più ottimistiche, a cui ha concorso il dinamismo registrato fuori dai maggiori centri urbani”.

Continua la lettura

Mercato immobiliare: aspettative, previsioni e speranze, covid-19 permettendo

Le principali società immobiliari e di analisi del mercato parlano di una ripresa del mercato immobiliare nella seconda metà di questo anno, con 1,6 milioni di potenziali acquirenti per i prossimi 24 mesi.
Gli italiani hanno risparmiato nell’ultimo anno 126 miliardi in più rispetto al 2019.

È stato un anno turbolento quello che si è appena chiuso per il mercato degli immobili, con la pandemia che avrebbe potuto vanificare anni di piccoli passi in avanti di un comparto troppo a lungo sofferente, che solo negli ultimi tempi iniziava a rialzare la testa.

Continua la lettura